Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il Cosenza adesso vale il Matera. Lo dicono i numeri….

Il Cosenza adesso vale il Matera. Lo dicono i numeri….

Le due formazioni nel girone di ritorno hanno totalizzato gli stessi punti, ma i rossoblù hanno fatto meglio. Entrambe, inoltre, dalla 24esima alla 28esima non hanno centrato la vittoria.

Volete sapere, dati alla mano, qual è la differenza tra il Cosenza e il Matera? Se doveste rispondere gli scontri diretti o gli investimenti maggiori sostenuti dai lucani, sareste fuori strada. Le quattro posizioni di differenza scaturiscono esclusivamente dal girone di andata, perché in quello di ritorno i rossoblù hanno totalizzato gli stessi punti della corazzata di Auteri, facendo addirittura pendere dalla propria parte l’ago della bilancia se si considera la differenza reti.

GIRO DI BOA. Chiuso il girone d’andata con i biancazzurri a 39 e i Lupi a 29, è iniziata una nuova fase per entrambe le formazioni. Il Cosenza ha esonerato Roselli affidando la panchina a De Angelis, mentre Colummella ha assistito incredulo ad un calo verticale dei suoi proprio dopo aver sbancato il Marulla. E’ stato quello il momento in cui molti credevano che Auteri viaggiasse spedito verso il secondo successo consecutivo in Lega Pro. Invece il calcio ha dimostrato nuovamente di essere uno sport che sfugge ad ogni previsione. Chiusa la regular season, sono stati 26 i punti conquistati da entrambe le formazioni: una disdetta per chi ambiva alla vetta, un contentino per chi sperava almeno nel quarto posto.

FILOTTO NEGATIVO. Ad influire pesantemente sono stati i 5 ko di fila incassati da De Rose e compagni tra la 23esima e la 28esima giornata, andamento che ha infuocato l’ambiente del “Franco Salerno” e generato indifferenza per l’esordio nei playoff. L’entusiasmo di settembre è quindi un lontano ricordo. Il Cosenza dal canto suo non ha mai perso due match di fila, ma è stato ugualmente lontano dalla vittoria nelle stesse cinque giornate dei prossimi avversari: da non crederci!

DIFFERENZA RETI. In questo caso non c’è storia: dell’attacco atomico di Auteri nel girone di ritorno non c’è più traccia. I gol messi a segno sono stati 27, esattamente quante le reti incassate. Decisamente meglio hanno fatto Baclet e compagni, capaci di bucare il portiere avversario in 32 occasioni. Perina e Saracco, inoltre, ha raccolto la palla in fondo al sacco appena 24 volte. Insomma, dal 22 dicembre in poi il Cosenza vale il Matera. Anzi forse qualcosa in più. (Francesco Pellicori)

Related posts