Tutte 728×90
Tutte 728×90

Mungo goleador nella partitella in famiglia. E Braglia lo prova trequartista

Mungo goleador nella partitella in famiglia. E Braglia lo prova trequartista
Photo Credit To cosenza calcio

Il Cosenza, prima del rompete le righe, ha sostenuto un test al Real. Il tecnico toscano ha provato l’affidabilità di un modulo finora mai utilizzato. Sarà quello giusto?

Sono tre i giorni di riposo concessi dalla società ai calciatori, ma prima del rompete le righe questa mattina i rossoblù hanno sostenuto un test in famiglia sul terreno del Real Cosenza. Braglia ha schierato due formazioni differenti, ma con un’indicazione precisa rispetto alle ultime apparizioni: la difesa a quattro.

Se finora il trainer toscano aveva lavorato in pianta stabile sul 3-5-2 con rare finestre su altri moduli, stamattina ha inteso invece testare il 4-3-1-2. Si tratta di una novità, considerato che nelle gare di campionato fin qui disputate erano stati utilizzati altri schemi (ben tre nel ko con la Casertana, ndr).

La formazione più simile ad una titolare ha visto Perina tra i pali, difeso da Boniotti e Pinna sulle corsie laterali e dalla coppia Pacali-Dermaku in mezzo. A gestire le operazioni in regia Palmiero, in ripresa dopo la botta alla caviglia rimediata ieri. Con lui completavano la mediana Bruccini e Trovato. In attacco, invece, c’erano Baclet e Mendicino, con Mungo a supporto dei due centravanti.

Dall’altra parte Corsi e D’Orazio terzini ed Idda-Pasqualoni stopper. Statella ha giostrato da mezzala, completando il reparto con Loviso e Calamai. Sulla prima linea, invece, Liguori, Tutino e Gaudio. Non ha preso parte al match Caccavallo, mentre Trovato è stato fermato precauzionalmente nel secondo tempo.

Il punteggio finale è stato di 3-0 grazie alla doppietta di Mungo e all’autorete di Pasqualoni. Il Cosenza tornerà a sudare lunedì pomeriggio, quando il campionato tornerà di moda dalle parti del Marulla. Nel week-end, oltre a ricaricare le batterie, i Lupi saranno spettatori di ciò che succederà nel girone meridionale della Lega Pro. (Francesco Pellicori)

Related posts