Tutte 728×90
Tutte 728×90
Tutte 728×90

Sanità, Dems Calabria: «Il problema non si risolve incatenandosi a Palazzo Chigi»

Sanità, Dems Calabria: «Il problema non si risolve incatenandosi a Palazzo Chigi»

Il governatore della Calabria Mario Oliverio nei giorni scorsi aveva lanciato un appello forte al governo nazionale. «Se non mandate via Scura, mi incateno a Palazzo Chigi». Una dichiarazione di guerra nei confronti delle istituzioni che tuttavia non ha fatto presa in Calabria. Ecco cosa pensa Dems Calabria.

«La nostra regione è ad un punto decisivo: o si imbocca la strada delle scelte forti, per un reale cambiamento, oppure si continua a praticare il sentiero della stagnazione, che ha alimentato negli anni un pauroso spopolamento demografico e un impoverimento complessivo di questa terra», si legge in una nota. «Riteniamo che la manifestazione del 16 novembre organizzato dai sindacati sia giusta ed opportuna, poiché tesa a sollecitare urgentemente un confronto sui temi veri che interessano la vita dei calabresi. Sanità, lavoro, infrastrutture, agroalimentare, sono solo alcuni settori che segnano il passo in maniera negativa dell’azione del governo regionale».

«Eppure, il mezzogiorno ed in particolare la Calabria non hanno mia avuto risorse reali disponibili pari all’ammontare complessivo messo a disposizione dall’Europa e dal governo nazionale. Siamo difronte ad un ingente massa monetaria di svariati miliardi di euro che, senza adeguati interventi urgenti (visto lo stallo attuale), rischiano il disimpegno e la conseguente collocazione in altre aree del paese e dell’Europa», continua il comunicato stampa.

«Così come, riteniamo che  il problema della sanità in Calabria non si risolve con plateali e inopportune scelte, quali quelle annunciate dal governatore Oliverio, di incatenarsi a palazzo Chigi, oppure con le minacce di rompere con il PD nazionale, come asserisce oggi il capogruppo del PD al consiglio regionale Sebi Romeo in una intervista. A nostro avviso, occorre mettere in campo una iniziativa che concordi con il governo nazionale la definitiva fuoriuscita della Calabria dal Piano di rientro sanitario» prosegue la nota.

«Per tutto ciò, DEMS Calabria aderisce e partecipa all’iniziativa sindacale, nella convinzione che si possa aprire da subito una fase nuova della vita politica regionale, basata sul confronto delle questioni di merito, emarginando definitivamente  inutili e dannose inerzie e  segnando  una netta discontinuità con il passato al momento non verificata» conclude Dems Calabria.

Related posts