Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, un arresto per detenzione e spaccio di droga

Cosenza, un arresto per detenzione e spaccio di droga

L’arrestato, già sottoposto a domiciliari, aveva occultato sostanze di vario tipo (eroina, cocaina, hashish e marijuana) in vari punti della casa, perfino in uno stereo e tra prodotti alimentari.

Nell’ambito del piano di controllo straordinario del territorio la Polizia di Stato continua ad espletare numerosi servizi volti anche a prevenire e reprimere il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti. Lo sforzo e l’impegno profuso a tal riguardo continua a dare i suoi frutti.

Nella serata di ieri. personale della Polizia di Stato presso l’UPGSP, con l’ausilio di unità cinofile della Questura di Vibo Valentia e del Reparto Prevenzione Crimine Calabria Settentrionale. nel corso dei citati servizi ha tratto in arresti per tali reati A. I., di anni 30, già sottoposto alla misura restrittiva degli arresti domiciliari e gravato da precedenti penali specifici.

Nel dettaglio, il citato personale procedeva a perquisizione domiciliare a carico dell’arrestato:

All’interno della sua abitazione veniva rinvenuto e sottoposto a sequestro quanto segue:
l) nr. 2 involucri contenenti gr. 412,71 di sostanza stupefacente del tipo cocaina/eroina;
2) nr. 7 panetti di sostanza stupefacente del tipo hashish per un totale di grammi 700;
3) nr. 4 involucri contenenti sostanza stupefacente del tipo hashish per un totale di gr. 24.07:
4) nr. 5 involucri contenenti gr. 21.01 di sostanza stupefaciente del tipo marijuana;
S) un coltello a serramanico;
6) banconote per un totale di 185.00 euro.
L’arrestato aveva ingegnosamente occultato quanto sequestrato, sia in diversi punti della sua abitazione – come ad esempio dentro un pupazzo di peluche o sotto il lavello della cucina, che in un ripostiglio di sua disponibilità ubicato sullo stesso pianerottolo tra vari prodotti alimentari e addirittura dentro uno stereo e un mangianastri.

Sulla base degli inconfutabili elementi di reità raccolti, A. I. veniva tratto in arresto e dopo le formalità di rito veniva tradotto presso la Casa Circondariale di Cosenza.

Related posts