Tutte 728×90
Tutte 728×90

Galantucci mette le mani avanti: “Che coppia con Polani”

Galantucci mette le mani avanti: “Che coppia con Polani”

L’ex calciatore del Rende ha disputato una buona gara contro il Savoia siglando il rigore dell’1-1.

galantuccii.jpgContinuano serrate in casa rossoblù le grandi manovre in vista di quello che sarà il prossimo campionato di Seconda Divisione e di cui il pubblico di Cosenza chiede a gran voce la vittoria. Esigenti come sempre, gli assidui frequentatori del San Vito hanno apprezzato, nella gara disputata mercoledì contro il Savoia, l’organizzazione di gioco e l’intesa raggiunta, soprattutto sulle corsie esterne, dagli uomini di Toscano. Ma il reparto che ha portato a casa molti più applausi  degli altri è senza dubbio l’attacco, con Polani e Galantucci in grande spolvero. “Sostenere che sono contento – sorride l’ex giocatore del Rende – sarebbe un eufemismo, anche perché posso dire di avere realizzato un sogno”. Alessio è tornato in città (o area urbana, de gusti bus…) dopo l’esperienza al Rende, ma questa volta ha scelto l’altra riva del Campagnano. “Gioco in una grande squadra attrezzata per vincere il campionato – continua – e di ciò non posso che darne atto al direttore generale.   Il nostro è un organico di primo piano ed abbiamo tutte le caratteristiche per posizionarci in vetta sin da subito”. Il mister sembra aver definitivamente optato per un 4-4-2 e, in quest’ottica, Galantucci fungerebbe da seconda punta. “L’intesa con Polani – spiega – è ottima perché siamo due che si completano. Contro il Savoia abbiamo fatto scintille, ma mi rendo conto che la concorrenza lì in avanti è agguerrita. Il mio pensiero è che siamo tutti indispensabili e sia io, che Polani, Cantoro e Danti ce la giocheremo alla pari”. A decidere chi sarà il titolare al fianco dell’ex sannita,sarà il tecnico che è sempre prodigo di consigli e suggerimenti. “A volte strilla un po’ – scherza – ma le sue indicazioni sono preziosissime. Non c’è allenamento in cui non sia concentrato al 100% ed è proprio per questo che sono certo farà carriera”. Mercoledì ha provato un colpo di biliardo, un tiro a girare che per poco non ha tolto le ragnatele dal sette, un po’ come faceva Alex Del Piero qualche anno fa. “E’ un tiro che provo spesso e che ho nel mio bagaglio tecnico – conclude -. L’importante è aver fatto gol sotto la sud: una vera emozione!”.
LA SEDUTA. Stamattina sotto gli occhi attenti del prof Bruni e di Mimmo Toscano, tutta la rosa (eccezion fatta per Carli, Cantoro e Profeta infortunati) ha svolto esercizi tattici. Sono state curate minuziosamente entrambe le fasi con un occhio di riguardo a quella difensiva. Per domani, infine,  è prevista  la rifinitura alle 16,30 sul terreno del Sanvitino. A Potenza il tecnico potrebbe far riposare, in vista della gara contro il Barletta, alcuni uomini e dare spazio a chi sinora ha giocato poco. Quasi scontate le novità di DeRose e Musacco a centrocampo e di Moschella in difesa.                                                                                   Antonio Clausi

Related posts