Tutte 728×90
Tutte 728×90

Toscano: “Ho una squadra ricca di alternative”

Toscano: “Ho una squadra ricca di alternative”

Il tecnico, nella conferenza stampa al margine della rifinitura, presenta la partita contro il Potenza e traccia un piccolo bilancio del lavoro sin qui svolto.

toscano.jpgA vederlo abbronzato così, si potrebbe correre il rischio di pensare che non sia l’allenatore di una squadra di calcio ad essersi presentato in sala stampa, ma un qualsiasi vacanziero che è appena rientrato da lunghe ferie. Invece Mimmo Toscano ha annerito la sua pelle dirigendo sotto il sole cocente ogni allenamento sin dal ritiro, fermandosi spesso e volentieri anche oltre la fine per spiegare meglio la lezione a chi non l’aveva ancora appresa bene. La società gli ha messo a disposizione un organico di prima fascia e di questo ne è consapevole. “Sono più che soddisfatto delle pedine che la dirigenza mi ha regalato -rivela – soprattutto perché avere abbondanza in ogni reparto è il sogno di qualsiasi allenatore”. Rispetto all’anno scorso in tutti i ruoli ha validi sostituti (ma è un eufemismo usare questo termine), perciò se tanto dà tanto, dovrebbe ritrovarsi in testa anche in questo campionato. “In serie D – ricorda – abbiamo giocato potendo contare su un massimo di 13 calciatori di livello, chi sedeva in panchina, spesso a causa dell’età, non era del tutto all’altezza. Da luglio invece non ho che l’imbarazzo della scelta”. Il reparto che sembrava destare preoccupazioni era l’attacco, ma alla luce della gara contro il Savoia sono state messe a tacere tutte le voci che davano in arrivo un’altra punta. “L’intesa tra Galantucci e Polani è buona – continua il mister – ma sono convinto che possono dare ancora di più, del resto hanno giocato pochissimo assieme. Non dimentichiamoci però di Danti e di Cantoro, gente che è titolare tanto quanto gli altri due”. L’ex bomber del Rende appare quello più in palla e maggiormente attento ai consigli di Toscano. “Galantucci ha capito che può essere importante -ha rilevato soddisfatto il trainer reggino – ed è per questo che sta limando ogni sua lacuna con gli allenamenti”. Il 4-2-3-1 che tante soddisfazioni ha regalato ai sostenitori rossoblù è stato accantonato per cedere la scene ad un più abbottonato 4-4-2. “Il modulo di gioco è un dettaglio e dipende dalla disponibilità dei giocatori – chiarisce subito -.  La nostra arma in più potrebbe essere proprio la duttilità”. Per l’impegno di domani sera Toscano ha programmato un ampio turn-over, in maniera tale da far rifiatare coloro i quali hanno giocato maggiormente. “Cambierò qualcosa – conclude – ma sarà lo stesso partita vera. Il Potenza è una compagine che può far bene nel campionato di appartenenza e per noi sarà un valido banco di prova prima dell’inizio del torneo di Seconda Divisione”.                     Antonio Clausi

Related posts