Tutte 728×90
Tutte 728×90

Arbitri: forse si torna alla terna fissa. Varato il Piano Sicurezza

Arbitri: forse si torna alla terna fissa. Varato il Piano Sicurezza

Il responsabile della commissione Can Pro Giancarlo Dal Forno ha sottolineato come il gruppo degli arbitri sia ben omogeneo anche alla luce dei 24 nuovi innesti che tra l’altro sono già stati tutti visionati nelle prime 4 giornate di Coppa Italia.

foto_matarrese-abete-petrucci.jpgAlla riunione a Roma ha preso parte anche il presidente dell’Aia Cesare Gussoni che ha voluto ricordare con un minuto di silenzio Cesare Jonni (arbitro italiano e internazionale tra gli anni 50 e 60). Gussoni si è soffermato sul ruolo importante dei direttori di gara italiani nel panorama calcistico rimarcando il concetto di terna auspicando nel limite del possibile il ritorno a terne fisse lanciando il motto «la terna più idonea per una gara». Presente al raduno precampionato anche il presidente della Lega Pro, Mario Macalli, che ha ringraziato tutti gli arbitri per il lavoro svolto e rivolto loro la raccomandazione di operare sempre con la massima serenità e nel rispetto delle regole. «Sono stato dirigente prima e presidente poi di società e vedevo un’altra gara, ora ho la serenità giusta e sono spesso sui campi per assistere allo spettacolo del calcio. Noi dirigenti abbiamo una fiducia incondizionata nei giovani arbitri – ha dichiarato Macalli – e voi dovete andare in campo sicuri e fiduciosi perchè avrete sempre l’istituzione al vostro fianco. Tutti i dirigenti ed i tifosi di ogni società devono convincersi che le promozioni non sono decise dagli arbitri, ma dalla bravura delle squadre». A concludere l’incontro è stato il presidente della Figc Giancarlo Abete che ha rimarcato la volontà di proseguire sulla strada della cultura sportiva nel rispetto delle regole, dei ruoli e delle funzioni. «Siamo Campioni del Mondo e vogliamo continuare ad esserlo anche nei comportamenti – ha sottolineato Abete – ci sono delle mancanze che colmeremo ma anche molti aspetti positivi su cui proseguire il lavoro intrapreso».
PIANO SICUREZZA. Il Dipartimento di pubblica sicurezza del Viminale ha messo a punto il Piano nazionale per sicurezza della 1/a giornata di Campionato. Tra le misure c’e’ il primo filtro delle forze di polizia nelle citta’ di partenza dei tifosi, il monitoraggio nelle autostrade, il rafforzamento dei servizi degli stewards negli stadi, con nuclei anti-sommossa pronti a intervenire. Attivati anche tutti gli uffici di Polizia per lo svolgimento delle gare e le trasferte delle tifoserie su treno e autostrada.

Related posts