Tutte 728×90
Tutte 728×90

Vibonese-Cosenza a porte chiuse. Manganelli: “Basta con i treni speciali”

Vibonese-Cosenza a porte chiuse. Manganelli: “Basta con i treni speciali”

Il Casms (Comitato di analisi per la sicurezza nelle manifestazioni sportive) si è riunito ed ha deciso di far disputare a porte chiuse il derby di domenica tra Vibonese e Cosenza.

cosentini_a_vibo_05-06.jpgLa decisione era nell’aria ed alla fine è arrivata. Anche Vibonese-Cosenza, inserita tra le gare a rischio, verrà giocata a porte chiuse. Dopo la riunione dell’Osservatorio del Viminale che ha ufficiliazzato le misure le tifoserie violente: stop per la trasferte ai tifosi del Napoli per tutto il campionato, il Ministro dell’Interno, Roberto Maroni, ha espresso rammarico per la decisione dei giudici di rimettere in libertà i cinque tifosi. L’osservatorio ha esteso la sua valutazione anche alla prossima giornata del campionato di serie B  , in programma domenica prossima, definendo a rischio tre incontri.  Il Casms (Comitato di analisi per la sicurezza nelle manifestazioni sportive), su indicazioni dell’Osservatorio ha così deciso di far disputare a porte chiuse molte gare. Tra queste Vibonese-Cosenza (Seconda Divisione).
Intanto è uscito allo scoperto il capo della Polizia, Antonio Manganelli. “Sabato e domenica – ha affermato Manganelli – sono state due giornate che negli stadi non hanno riportato nessun incidente. È senz’altro un record dall’omicidio Raciti. C’è stato questo episodio di intemperanza di un folto, molto folto, gruppo di facinorosi napoletani”. Il capo della Polizia si è detto poi “assolutamente contrario ai treni speciali: lo è stato il Governo passato e lo è quello attuale rispetto a tutto quello che può incentivare le trasferte delle tifoserie. Questi facinorosi ci hanno contaminato non soltanto una giornata ma anche un percorso virtuoso che si sta facendo. Devono essere identificati e puniti. È quello che stiamo facendo – ha concluso Manganelli – oggi ho inviato a Napoli il mio vice, il prefetto Cavaliere”.
ALTRI PROVVEDIMENTI. Il Casms del Viminale, il Comitato di analisi per la sicurezza delle manifestazioni sportive, oltre a confermare il già annunciato blocco delle trasferte dei tifosi del Napoli per l’intero campionato, ha deciso il divieto delle trasferte dei tifosi rossoneri per Genoa-Milan del 14 settembre e anche per Potenza-Gallipoli di domenica 7 settembre (Lega Pro, girone A della prima divisione). Per Italia-Georgia di mercoledì a Udine, nelle qualificazioni ai Mondiali del 2010, stato di “massima allerta”. Nessuna decisione su un’altra gara a rischio, Ancona-Ascoli di domenica 7. Su Napoli-Fiorentina del 14 settembre, invece, i provvedimenti restano in sospeso in attesa delle decisioni del giudice sportivo, ma per il momento la vendita dei biglietti è bloccata.

Related posts