Tutte 728×90
Tutte 728×90

Galfano non ha timori: “Cosenza superiore, ma non giocheremo in difesa”

Galfano non ha timori: “Cosenza superiore, ma non giocheremo in difesa”

L’allenatore della Vibonese vola basso dopo il pari di Gela, ma per domani dovrà fare la conta dei suoi. Out Orefice, spera di recuperare in extremis Taua.

angelo_galfano_della_vibonese.jpgE’ arrabbiato Angelo Galfano, perché sapeva di poter contare sul proprio pubblico . “Sono indignato per la decisione assunta – dice senza mezze misure -. Un derby senza una cornice adeguata perde completamente il suo fascino. In tutta Italia si usa chiudere i settori ospiti, a Vibo invece si è chiuso lo stadio”. Parole dure, che in parte ridimensiona quasi immediatamente. “Il mio non vuole essere un attacco a nessuno, tantomeno ai tifosi del Cosenza, ma se un Sindaco si assume la responsabilità di garantire per l’agibilità dell’impianto sportivo, vuol dire che la decisione finale è arrivata da altre stanze”. Domani al “Razza” ci sarebbe stato il sold-out e lo stop degli organi di vigilanza ha causato un danno economico alla dirigenza, ugualmente fiduciosa che in campo si possa ripetere la bella prova di Gela. “Domenica scorsa abbiamo conquistato un punto d’oro – ammette il mister – ma non parlatemi di obiettivi diversi dalla salvezza. In rosa abbiamo 13 juniores e alla lunga l’inesperienza si paga. Siamo partiti con il piede giusto e chi è sceso in campo ha fatto più del suo dovere”. Il tecnico siciliano conosce bene il Cosenza e non lesina elogi per Mimmo Toscano. “Lo stimo molto, perché vincere in una piazza esigente come quella silana, non è facile per un esordiente. Quest’anno ha a disposizione una rosa ampia e le ambizioni dei lupi sono diametralmente opposte alle nostre”. Galfano non fa mistero di temere il gioco degli avversari, ma spavaldamente anticipa che i suoi non giocheranno in difesa. “Occhiuzzi e Catania fanno la differenza, ma noi non staremo a guardare. Proveremo come sempre ad imporre il nostro gioco, badando naturalmente a non prendere gol. In gare come questa abbiamo poco da perdere, partiamo da sfavoriti e psicologicamente può essere un punto a nostro favore”. Per la cronaca, la Vibonese priva già di sei titolari, dovrà fare a meno anche di Orefice e Taua, per il quale però c’è ancora una leggera speranza di vederlo in campo. Sarà decisivo il provino di domani mattina.  (Daniele Mari) 

Related posts