Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza-Vigor Lamezia 1-0, decide un gol del “Cobra” Galantucci

Cosenza-Vigor Lamezia 1-0, decide un gol del “Cobra” Galantucci

Con una rete dell’attaccante al nono della ripresa la squadra di Mimmo Toscano liquida i biancoverdi e si assesta da sola in vetta alla classifica.

festa_gol.jpgMeglio di così non poteva andare: vittoria e primato conquistati in solo colpo, peccato per il provvedimento restrittivo riguardo l’afflusso dei tifosi. Toscano da stasera guarda tutti dall’alto verso il basso, cosa che ormai è abituato a fare. L’1-0 maturato oggi pomeriggio contro una buona Vigor Lamezia su un terreno reso viscido dalla pioggia battente, fa il verso ai risultati strappati rispettivamente una e due settimane fa. Se qualcuno voleva una conferma, eccola: il Cosenza è una squadra solida, con carattere e che subisce poco o niente le iniziative degli avversari.
CRONACA. Il trainer reggino lascia De Miglio in panchina e, come preannunciato, lancia Chianello dal primo minuto. In avanti c’è Polani a far coppia con “cobra” Galantucci. Padroni di casa più tonici nelle battute iniziali e dopo il pronti via Occhiuzzi  conquista subito un corner, battuto però senza esiti. Intorno al 10′ sul San Vito inizia ad abbattersi una fitta e fastidiosa pioggia mentre le due compagini vivono una fase di studio. Al 19′ Galantucci ci prova dalla distanza, ma il tiro termina ampiamente a lato. Due minuti dopo De Rose ruba palla a De Pasquale e s’invola in aerea di rigore. Serve un volo di Panico per evitare il peggio ad Ammirata. Moschella al 26′ prova a centrare il sette con una delle sue punizioni da 30 metri, ma la sfera scorre via sul fondo. Alla mezzora esatta la Vigor finalmente batte un colpo: Scalese lancia Manca n profondita, Braca cicca ed il numero nove per poco non ne approfitta. Al 34′ il San Vito grida al gol. Occhiuzzi riesce a trovare uno spiraglio sulla destra ed arriva sul findo crossando al centro. Polani sale in cielo e colpisce di testa facendo la barba al palo. Il Cosenza guadagna metri, ma non riesce a sfondare per la strenua resistenza che oppone la Vigor. Al 42′ è Bernardi a mettere la freccia e crosare in mezzo dove Galantucci invece di stoppare e gonfiare la rete, tenta un’improbabile sforbiciata. Allo scadere l’occasione più ghiotta. Stroffolino, disastrosa la sua gara, scivola e apre dinanzi a Catania un’autostrada. Il fantasista entra in area e serve all’occorrente Polani un pallone che deve solo essere spinto in gol. Il centravani cincischia e sul rimpallo Occhiuzzi coglie il palo in maniera clamorosa. Il primo tempo finisce così: con un’esultanza strozzata in gola.
SECONDO TEMPO. Ammirata e Toscano rimandano in campo gli stessi undici che hanno conluso la prima frazione. Al 9′ però il Cosenza passa in vantaggio al termine di un’azione di ottima fattura. De Rose, migliore in campo, recupera palla a centrocampo e serve subito Galantucci. Il “cobra” tocca in profondità per Polani che col fisico vince la sfida con De Paquale e consegna sul destro del numero 11 un assist al bacio. Galantucci stavolta non ci pensa due volte e gonfia la rete avversaria con una botta di prima intenzione. Dopo il gol la Vigor si riversa in avanti nel tentativo di riequilibrare il risultato, ma a parte un paio di corner, nessun pericolo dalle parti di Ambrosi. Al 29′ Danti, subentrato a Polani, s’invola in contopiede verso l’area avversaia, ma tenta un inutile dribbling su Filippi anzichè servire in mezzo Moschella che aveva seguito l’azione. A dieci dal termine Catania trova un corridoio per Danti che si fa anticpare da Panico in uscita bassa. Nient’altro da segnalare fino al fischio di chiusura, se non la gioia per una vetta che in fin dei conti i lipi non hanno mai abbandonato. Nonostante quello era un altro campionato.
BOCCHE CUCITE. A fine gara l’ufficio stampa del Cosenza calcio a nome dei due capitani ha annunciato che nessuno si presenterà in sala stampa per protestare contro il provvedimento di far disputare la gara dinanzi a soli abbonati. (Antonio Clausi)

COSENZA (4-4-2): Ambrosi, Bernardi, Chianello, Moschella, De Rose, Braca, Occhiuzzi (39′ s.t. Musacco), Spinelli (21′ s.t. Carli), Polani (26′ s.t.) Danti, Catania, Galantucci. A disp: Guizzetti, De Miglio, Fabio, Zangaro. All. Toscano
VIGOR LAMEZIA (4-4-2): Panico, Stroffolino, De Pasquale (15′ s.t. Lo Petrone), Ciminari, Sanso, Filippi, Rondinelli (15′ s.t. Di Donato), Clasadonte, Manca, Scalese (44′ s.t. Ianni), Ragatzu. A disp: Forte, Mauro, Perri, Caruso. All. Ammirata
ARBITRO: Guida di Torre Annunziata
MARCATORI: 9′ s.t. Galantucci
NOTE: partita aperta ai soli abbonati, sugli spalti circa in 2000. Ammoniti:Scalese, Bernardi, Ciminari, Clasadonte, Moschella, Ragatzu, Filippi  Corner: 7-2  Recupero: 1-4 – Gioco effettivo: (27’10” p.t./28’33” s.t.)

Related posts