Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cantoro è sicuro di sè: “Sono al 70%”. Catania: “Miglioreremo ancora”

Cantoro è sicuro di sè: “Sono al 70%”. Catania: “Miglioreremo ancora”

L’argentino è apparso rigenerato dal periodo di cura a Cesenatico e lancia chiari messaggi a Toscano. Emanuele Catania invece predica umiltà.

emanuele_catania.jpgTocca a Cantoro e Catania parlare del nuovo Cosenza. I due neo acquisti dell’ultima sessione di mercato rispondono alle domande dei giornalisti presenti e dimostrano una voglia matta di far bene in questa stagione, a detta loro “decisiva”. Catania analizza lo stato di forma dei lupi e il campionato in corso. “Abbiamo affrontato soltanto tre gare – afferma il numero 10 – ed abbiamo già dimostrato di essere una compagine forte, ma la cosa che più importante è aver preso consapevolezza che si può migliorare tanto perché il potenziale non manca. Dobbiamo affrontare tutte le gare con la voglia di far bene e non deve esistere alcuna differenza fra le gare disputate fra le mura amiche e le partite che giocheremo in trasferta”. Il centrocampista di Mimmo Toscano ha le idee chiare su come affrontare il prosieguo del torneo, ma ancor più deciso è Cantoro, che si presenta al pubblico dopo un infortunio che gli ha impedito di affrontare la prima parte della stagione. L’argentino conferma i progressi fisici e afferma di essere al settanta per cento della condizione, e ci tiene a ribadire la ferma volontà di far bene dopo un brutto periodo che lo ha costretto a lunghi e faticosi sforzi in quel di Cesenatico, dove ha affrontato la riabilitazione. “Ho potuto vedere la squadra solo contro la Vigor, e fin da subito ho avuto un’ottima impressione”. Così esordisce il Cantoro e prosegue: “Il mio compito è di dare una mano al reparto offensivo, e ce la metterò tutta per mettere in difficoltà mister Toscano al momento delle scelte. Non ho intenzione di fare promesse alla tifoseria, ma il pubblico che ho visto contro la Vigor, seppur decimato dalle decisioni prese in alto, saprà darci una mano”. Il calore cantoro.jpgdei tifosi ha destato curiosità ed entusiasmo nell’attaccante rossoblu che conferma nel suo discorso la volontà di mettersi in gioco fin da subito. “C’è bisogno dell’apporto di tutti perché il torneo è davvero duro ed io dovrò dare il massimo per risultare un elemento importante in questo gruppo”. Alla domanda su quali saranno le dirette outsider del torneo Cantoro conferma l’idea già espressa da Catania, e invita la squadra a non fare differenza fra gli avversari, ma a giocare tutte le partite col piglio di una squadra che può condurre il campionato da capolista. “Non ho avuto modo di esaminare bene le squadre che andremo ad incontrare, ma il Cassino è quella che a prima vista dimostra di avere un potenziale interessante, il campo darà il suo responso e noi sapremo dire certamente la nostra”. Idee chiare ma soprattutto tanta voglia di scendere in campo per dimostrare che chi lo ha portato in riva al Crati, può davvero vincere una importante scommessa. (Francesco Palermo)

Related posts