Tutte 728×90
Tutte 728×90

Isola Liri-Cosenza: conosciamo meglio i nostri prossimi avversari

Isola Liri-Cosenza: conosciamo meglio i nostri prossimi avversari

Il tecnico ciociaro Ferazzoli punta tutto sul fattore campo. Rientrato nel gruppo l’attaccante Pignalosa. Così come i silani, anche i laziali sono una neo promossa.

gol_isola_liri_sandrocerrone.it.jpgDomenica i lupi affronteranno, nella seconda trasferta consecutiva, l’Isola Liri di mister Ferazzoli. La società biancorossa fu fondata nel 1925 e nel 1934-35 e fece l’esordio nel campionato organizzato dalla Figc in I Divisione Laziale. Nella stagione 52-53, per la prima volta, l’Isola Liri si affacciò al torneo di Promozione, ma a fine stagione la compagine biancorossa venne retrocessa per illecito. Nel 54-55 i laziali tornarono in Promozione rimanendoci per molte stagioni fino al 1965. Dopo tanti anni vissuti nelle serie minori, finalmente nella stagione 86-87 la società biancorossa conquistò l’accesso in Interregionale con Claudio Di Pucchio in panchina. La retrocessione del 98-99 costrinse l’Isola Liri a militare per ben quattro anni in Eccellenza, per poi affacciarsi nuovamente nel 2003 in CND. Ne seguirono tre esaltanti stagioni tra il 2003 ed il 2006 in cui si sfiorò il sogno dei professionisti. Finalmente, nell’estate 2007 Marcello Costantini assunse il ruolo di presidente e costruì una squadra che lo scorso anno stravinse il campionato, regalando alla città la tanto agognata serie C2, l’attuale Seconda Divisione Lega Pro. Rispetto alla scorsa stagione l’Isola Liri ha cambiato molti giocatori, ma non il suo tecnico.  Infatti alla guida della compagine biancorossa è rimasto Ferazzoli. In questo primo scorcio di stagione, i biancorossi hanno conquistato 5 punti, frutto di 1 vittoria 2 pareggi ed 1 sconfitta. L’unico stop è stato subìto a Scafati. Tra le mura amiche i ciociari hanno pareggiato per 1-1 all’esordio contro la Vigor Lamezia e vinto per 1-0 alla terza giornata contro l’Igea Virtus. Fiorini e compagni, nell’ultimo turno, hanno ottenuto un ottimo pari in casa dell’Aversa Normanna, segno che l’Isola Liri sta cominciando a trovare l’assetto giusto ed una buona intesa di squadra. Gli uomini di Ferazzoli finora hanno realizzato 2 reti ad opera di Galuppi e Cori e ne hanno subìte 3. Il modulo di gioco utilizzato è il 4-3-3, con il tridente offensivo formato, sulla carta, da Pignalosa, Ranalli e La Cava. Ma a causa di un problema ad un braccio, l’allenatore dei laziali ha potuto contare su Pignalosa solo all’esordio. Al suo posto è stato schierato, nei tre match successivi, Tortorì. Tre giocatori dei quali il trainer biancorosso non si è ma privato sono: il portiere Fiorini e i difensori Pagano e Sannibale. Per il resto ha fatto ruotare la maggior parte degli uomini a disposizione in tutti i reparti. Insomma per il Cosenza di Mimmo Toscano non sarà certo semplice avere la meglio sulla compagine ciociara, ma i lupi dovranno dimostrare ancora una volta di essere una grande squadra con la mentalità da capolista. (Antonello Greco)

Related posts