Tutte 728×90
Tutte 728×90

Automobilismo: Luzzi-Sambucina, Iaquinta in evidenza

Una citta’ in festa, una festa dello sport nella citta’ e’ quello che si sta vivendo a Luzzi, iniziata lunedi’ con intrattenimenti di piazza, musica, folclore e gare di automodelli radiocomandati. Una cittadina che si e’ messa a disposizione di una gara automobilistica, attesa tutto l’anno. Ambiziosa la Tebe Racing e soddisfatta per come sta procedendo la manifestazione, per gli ampi consensi ricevuti dai 221 piloti partecipanti e dall’ordinato pubblico presente in grande numero lungo le rampe della “Sambucina”. 6.150 metri impegnativi, un susseguirsi di curve e tratti rettilinei tra due file continue di “guard rail”. Sicura, anzitutto, e ben organizzata, a detta di tutti. Ieri si annunciava che “Ogni cosa e’ pronta, a Luzzi tutti sono in attesa dei campioni della “Montagna” oggi ne abbiamo avuto la conferma e tutto si e’ svolto in modo perfetto, consentendo ai tanti piloti di preparasi al meglio per la gara. Anche l’Universita’ della Calabria ha avuto il suo spazio nel palinsesto della giornata, esibendo lungo il tracciato la monoposto progettata e costruita dagli stessi studenti di della Facolta’ di Ingegneria, e pilotata da uno di loro. Nelle due manche delle Prove Ufficiali, non potevano che essere i piloti delle monoposto a dare grande spettacolo, con prestazioni di grande rilievo cronometrico vicine al record del tracciato di 3’27″714, fissato da Pasquale Irlando nel corso della gara dello scorso anno. Rosario Iaquinta, pilota e campione di Castrovillari, e’ quello che meglio di tutti ha interpretato i 6.150 metri del tracciato. Il portacolori della Rubiconde Corse ed volante della Lola Zytek Formula 3000 schierata dalla ProMotorsport, ha svolto proficui collaudi incentrati nella scelta delle migliori gomme da adottare, nello specifico ha testato pneumatici a spalla piu’ alta rispetto gli usuali. Con questa scelta ha potuto realizzare una prestazione che i cronometri hanno segnalato in 3’28″296. Non gli e’ stato da meno Andrea Picchi, il toscano che ha preparato al meglio la Formula 3 Lola Dome, guidando subito forte al primo approccio con la gara luzzese. L’eugubino ha fornito prestazioni eclatanti, con il secondo tempo assoluto ad un niente dal primo. Piu’ contenuti e attenti sono invece il reggino Carmelo Scaramozzino (Lola Zytek) e il toscano Franco Cinelli (Lola Zytek). Si preannuncia grande lotta tra i concorrenti delle monoposto piu’ piccole, segnatamente tra il pugliese Francesco Leogrande (Gloria C7P) Lorenzo Bindi (Gloria C7P) e Giovanni Angelini (Gloria B5m). Mentre le sport hanno tenuto testa alle prestazioni delle monoposto, ergendo Antonio Iaria al ruolo di primo sfidante al volante della Osella PA 20 S BMW, e del terzo incomodo nel confronto tra Tiziano Ferrais (Ferrais CH2) e Fabrizio Peroni (Lucchini Honda). Acclamati dal folto pubblico i piloti calabresi si sono esaltati e Claudio Gullo, il pilota catanzarese al volante della lametina Elia Arvrio Suzuki, ha regalato grande spettacolo mentre Eugenio Molinaro ha deliziato con la sua prestante Alfa Romeo 155 GTA, segnalandosi tra i big della assoluta. Carlo Vellucci ha toccato nel corso della manche di prova, restando pero’ il piu’ veloce della Gruppo A, Roberto Chiavaroli ha trovato le migliori regolazioni alla sua Honda Civic Type R di Gruppo N, Marco Monaco si e’ messo in grande evidenza tra le Mini Car e Filippo Guarnaccia si e’ distinto tra le vetture di gruppo E3. Domani sono in programma le due manche della gara che concludono il fine settimana luzzese, con start alle ore 9,30 e chiusura al traffico della Strada Provinciale ex SS 559 alle ore 8. La 13. edizione della Luzzi Sambucina gode dei patrocini della Regione Calabria, la Provincia di Cosenza, il Comune di Luzzi e le realta’ economiche private piu’ solide della zona, capitanate dalla Banca di Credito Cooperativo di Mediocrati. (AGI)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it