Tutte 728×90
Tutte 728×90

Petrucci: “Buon inizio. Ci toglieremo molte soddisfazioni”

Petrucci: “Buon inizio. Ci toglieremo molte soddisfazioni”

*Risultati della prima giornata in “news campionato berretti” (solo per utenti registrati)

Al debutto nel campionato nazionale Berretti il Cosenza vince e convince. Il tecnico: “Abbiamo un grande gruppo. Sarà un campionato difficile perché ci sono squadre più attrezzate di noi”.

mister_riccardo_petrucci.jpgA fine gara è l’emblema della felicità. E dire che per tutto l’incontro, Riccardo Petrucci, non si è seduto un attimo per impartire lezioni ai suoi ragazzi. Il tecnico si dice “soddisfatto della prestazione” ed elogia il gran carattere dei suoi. “Sono rimasto sorpreso – afferma Petrucci -. Mi aspettavo qualcosa in più dal Potenza visto che avevano due fuori quota. Devo dare atto ai miei ragazzi di aver fatto un’ottima gara”. A differenza degli avversari, il Cosenza ha deciso di non chiamare nessun “over” per la gara odierna. “E’ la politica della società. Il nostro obiettivo è quello di far crescere tutti i giovani in organico per farli entrare in prima squadra”. Ritornando sulla gara il tecnico silano spiega cosa è piaciuto e cosa meno. “Siamo stati bene in campo. Non abbiamo rischiato nulla tranne nel finale quando il nostro portiere è stato bravo a respingere un tiro ravvicinato. Unico neo della gara : il fatto che potevamo chiudere prima il match. Ma ci sta, abbiamo speso tanto e lo abbiamo pagato con la mancanza di lucidità sotto porta”. Da segnalare che la gara si è disputata sul campo in terra battuta di Montato. Ovvia la domanda sul perché sia stato scelto questo impianto penalizzando e non poco i giovani calciatori silani. “La domanda va girata alla società – sottolinea ancora Petrucci -. Per quanto mi riguarda, mi adatto a quelle che sono le disposizioni. Da parte mia non posso che fare un plauso a questa società che contribuisce fattivamente, con il proprio lavoro, alla crescita di giovani talenti”. E qualcuno di questi talenti, quest’oggi, si è messo in mostra. Martino, Salandria, Doninelli solo per citarne alcuni. “Non parlo mai del singolo. Parlo del gruppo e della necessità di dover crescere. Può darsi che, al di là di questa vittoria, troveremo squadre più attrezzate e dovremo inchinarci. Se così fosse la speranza è che non si creino inutili allarmismi. Nel nostro girone, voglio segnalarlo, ci sono compagini come i campioni nazionali del Benevento, il Sorrento. Insomma squadre attrezzate per puntare al massimo. Questo non significa che partiamo già battuti sulla carta, anzi. Sono convinto che ci toglieremo molte soddisfazioni”. Chiusura con dedica. “Voglio dedicare questa vittoria al direttore Mazzulla, a Gigino Nigro ed al magazziniere Giorgio. Non mi fanno mai mancare nulla. Sono fondamentali per questo progetto”. Da segnalare i numerosi spettatori presenti sugli spalti a testimonianza di come il calcio giovanile sia seguito. (Piero Bria)

Related posts