Tutte 728×90
Tutte 728×90

Isola Liri – Cosenza 0-1. Occhiuzzi firma la quinta vittoria di fila

Isola Liri – Cosenza 0-1. Occhiuzzi firma la quinta vittoria di fila

Rossoblù corsari anche al “Nazareth” gazie al principe che trasforma un assist di Polani al 17′ del secondo tempo. Toscano espulso alla fine del la prima frazione di gara.

tifos.jpgDopo un anno e sei mesi l’Isola Liri cade tra le mura amiche ad opera del Cosenza di Mimmo Toscano, costretto a seguire il secondo tempo dalla tribuna dopo l’espulsione rimediata nel primo minuto di recupero. L’1-0 finale è figlio ancora una volta del sacrificio e del cinismo, caratteristica che sembra essere quella preponderante per i rossoblù. Il tecnico ha schierato i suoi con un 4-2-3-1 che rimanda direttamente alle imprese della passata stagione. I due tempi sono stati l’uno l’opposto dell’altro: deludente il primo, grintoso e maschio il secondo. Oggi hanno fatto festa in 400, ma domenica al San Vito saranno molti, ma molti di più.
CRONACA. Il match inizia con la truppa di Toscano subito in avanti. Polani, schierato da unica punta, conquista una punizione al limite dell’area che Occhiuzzi però calcia addosso alla barriera. Per i primi 10′ le due compagini sembrano volersi studiare e non affondano il colpo. L’Isola Liri gioca molto su La Cava, il capitano, che da sinistra si accentra per trovare il corridoio giusto per Cori o Ranalli. Al 18′ quest’ultimo va via a Musacco e crossa in area per Cori che di testa anticipa Parisi. La palla, per fortuna è alta. Ferazzoli capisce che i suoi possono sfondare a destra e inverte i due esterni, portando La Cava su Musacco. Poco dopo, però, ristabilisce lo status ante giusto in tempo per vedere il fantasita ciociaro andar via a Morelli, presentarsi davanti ad Ambrosi e lasciare partire un diagonale che fa la barba la palo. Il Cosenza soffre la disciplina tattica dei biancorossi e si affida alle ripartenze di Occhiuzzi. Al minuto 41′ Cori spizzica per Ranalli che viene messo giù da Braca nella lunetta dell’area di rigore. Giacalone s’incarica della battuta mirando l’incrocio e sfiorandolo appena. Viti concede un minuto di recupero nel quale espelle Mimmo Toscano per proteste.
RIPRESA SENZA VARIAZIONI. Il secondo tempo inizia con gli stessi protagonisti del primo, segno evidente che il coach silano (relegato in tribuna) crede fermamente nelle sue scelte. I primi minuti gli danno ragione perché i lupi sembrano trasformati. Al 3′ Occhiuzzi calcia una punizione dalla destra sulla quale arriva di testa Catania. E’ solo la traversa a negare la gioia al fantasista che dopo appena un minuto non riesce a concludere in gol una spettacolare triangolazione con Spinelli. Il Cosenza spinge ancora, soprattuto a destra. E’ però l’Isola Liri a pareggiare il conto delle traverse con Pagano, direttamente da corner al minuto 12. Al 13′ il Cosenza passa. Polani recupera palla in mezzo al campo e serve Occhiuzzi che non può sbagliare: il “principe” fa gol e corre sotto la curva che esplode. Dopo il vantaggio, Ferazzoli inserisce un’altra punta, Pignalosa, al posto di D’Alessandro. Al 19′ è ancora il numero sette a sfondare a destra e tentare di regalare il bis con un tiro a giro. Risi si oppone e nè Bernardi e nè De Rose ribadiscono in rete. I padroni di casa non riescono  ad imbastire un’azione pericolosa e subiscono le ammonizioni di Matrisciano e D’Imporzano per falli di frustazione. Al 31′ staffetta tra Polani, uscitio tra gli applausi, e Cantoro. Al 36′ i biancorossi sfondano a sinistra e Pignalosi serve al centro per Tortori che deve solo mettere dentro. Braca s’immola e salva. Dopo un minuto, punizione dal vertice basso dell’area che ancora il numero 17 mette tesa in area: per la difesa guidata da capitan Parisi è solo un brivido. Allo scadere del tempo regolamentare ammoniti Bernardi per simulazione e Ambrosi per perdita di tempo. Finisce così, con la squadra a correre sotto il settore ospiti, una scena già vista tante volte…  (Antonio Clausi)

Il tabellino:

ISOLA LIRI (4-3-3): Fiorini, Risi, Pagano, Giacalone, Sannibale, Matrisciano, Galuppi (22′ s.t. D’Imporzano), D’Alessandro (17′ s.t. Pignalosa), Cori, La Cava (26′ s.t. Tortori), Ranalli. A disp: Tomei, Cagnale, Brunetti, Mollo. All. Ferazzoli
COSENZA (4-2-3-1): Ambrosi, Morelli, Musacco, Parisi, De Rose, Braca, Occhiuzzi, Spinelli,Polani (31′ s.t. Cantoro), Catania (39′ s.t. Carli), Bernardi. A disp: Guizzetti, De Miglio, Mosche, Galantucci, Fabio. All. Toscano
ARBITRO: Viti di Campobasso
MARCATORI: 13′ s.t. Occhiuzzi
NOTE: Presenti circa 1500 spettatori, di cui 400 ospiti. Terreno in buone condizioni, cielo coperto. Ammoniti: Pagano, Matrisciano, D’Imporzano, Bernardi, Ambrosi. Corner: 4-3   Recupero: 1-4

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it