Tutte 728×90
Tutte 728×90

Galantucci si mostra sicuro: “Sono gli altri che devono preoccuparsi”

Galantucci si mostra sicuro: “Sono gli altri che devono preoccuparsi”

Il bomber tascabile ammette di “attraversare un momento idilliaco” e rincuora chi finora ha avuto poco spazio: “Non è facile ma troveranno spazio e saranno utilissimi alla causa”.

galagol.jpgCinque reti e la consapevolezza di aver contributo a suon di gol ad un primato meritato. Alessio Galantucci, dalla colonne della Gazzetta del Sud, parla della gara vinta contro il Val di Sangro e del futuro. “Sono contento di come stanno andando le cose, così come sono contento della prestazione personale e del collettivo. Stiamo raggranellando punti importanti per conseguire l’obiettivo che ci siamo prefissati. Stiamo attraversando un buon momento di forma. Cosa pretendere di più da una squadra che è a punteggio pieno?”. L’attaccante, autore di una splendida doppietta domenica scorsa, si dice fiducioso per il prosieguo del torneo e lancia messaggi alle pretendi alla promozione. “Si sta cominciando a delineare la classifica. Le squadre lotteranno fino alla fine per renderci la vita difficile. Al momento, però, sono gli avversari a doversi preoccupare e sbagliare il meno possibile. Noi, dal canto nostro, dovremo continuare sulla nostra strada”. Poi, rincuora chi finora ha avuto poco spazio. “Purtroppo in campo si va in undici. Non fa certo piacere vedere compagni come Moschella, Carli, Catania e altri in panchina. Purtroppo, come accaduto anche al sottoscritto contro l’Isola Liri, bisogna accettare le scelte dell’allenatore. Un tecnico deve necessariamente mettere da parte i sentimenti ed usare la mente”. Chiusura dedicata al “vizietto” del gol che sembrava smarrito dopo una stagione in chiaro-scuro a Vibo. “Meglio non mettere limiti alla Provvidenza. Per il momento gira tutto bene. Speriamo continui così”. (Antonello Greco)

Related posts