Tutte 728×90
Tutte 728×90

Basket A2-F: Cioni e Castagna out. Tegola per la Calabra Maceri

Basket A2-F: Cioni e Castagna out. Tegola per la Calabra Maceri

Continua il periodo nero per la formazione rendese, ma coach Valentnetti dice: L’entusiasmo non è scemato”.

cioni.jpgChe non sia un bel periodo per la Calabra Maceri è un fatto conclamato. Senza campo e con due quinti di quintetto out!  Mercoledì l’allenamento è iniziato alle 21 e 40, unico spazio libero a disposizione del club biancorosso. “La nostra situazione è ormai conclamata – spiega il Team Manager Massimo  Urso –  alle difficoltà logistiche si sono aggiunti le ultime due defezioni di Castagna e Cioni (in foto). E’ una situazione paradossale, dalla quale possiamo venir fuori solo con la nostra tenacia e determinazione. Dobbiamo reggere, dobbiamo resistere, abbiamo lavorato duro con il presidente per mantenere questa realtà, quotidianamente come dirigenti diamo il massimo”. “L’entusiasmo non è scemato – prosegue coach Tony Valentinetti – da principio quando ci hanno messo i bastoni fra le ruote (perché di questo si è trattato, è inutile fare giri di parole), confinandoci in orari “bulgari”, sono rimasto perplesso, ora mi sono abituato e trovo una spiegazione  ridicola, al silente ostracismo che la pochezza di chi, per spirito sportivo, avrebbe dovuto darci una mano.  Ma le lotte di condominio e le diatribe a distanza, le lascio a chi ha tempo da perdere o a chi mette, come priorità della propria attività, il creare disagio alla Nuova Pallacanestro Rende.  Resisteremo fino a quando a qualcuno non verrà in mente di far in modo che i lavori del nostro palazzetto proseguano celermente”. Archiviata la partita di Siena, dove le ragazze rendesi hanno avuto la possibilità in mettere assegno un vero colpo di mano, si pensa al prossimo impegno contro Porto San Giorgio, squadra molto ben attrezzata e che reciterà un ruolo da protagonista nel campionato appena iniziato: ” E’ una squadra quadrata ed esperta – continua l’allenatore delle biancorosse –  costruita intorno al miglior “numero quattro” del campionato che è Zerella. Il pronostico, viste le nostre difficoltà  e le defezioni, ci vedrebbe soccombere decisamente ma, come è successo a Siena, il campo spesso dice cose diverse dai pronostici. Di certo dovranno sudare”.      

Related posts