Tutte 728×90
Tutte 728×90

Noicattaro, parla il tecnico: “Sfida impossibile? Il calcio a volte è strano”

Sciannimanico fa la conta degli indisponibili. Sicuri assenti i difensori Lucioni e Allegrini. In dubbio gli attaccanti Rana e Baldassare. “Spero che qualcosa per strada il Cosenza la lasci”.

mister_sciannimanico.jpgUna piccola realtà ad un tiro di schioppo da quella città che, per tanti anni, ha dato la possibilità a tutta la Puglia di vedere gran calcio, quella serie A fatta da talenti come Ronaldo e promesse come Cassano. Noicattaro, feudo biancorosso, spera di diventare un giorno come il Chievo. Da piccola realtà a grande scommessa. Per ora, però, i pugliesi si godono la Seconda Divisione consci di aver raggiunto un traguardo importante. E nel farlo attendono la capolista Cosenza. Match probante del quale ha parlato sul sito ufficiale (asdnoicattaro.it) il tecnico Lello Sciannimanico.  “Sfida impossibile? Non so, spero che i miei ragazzi tirino fuori il massimo, anche dal punto di vista dell’orgoglio”. L’allenatore barese prova a carica i suoi a poche ore della sfida valida per la settima giornata della LP2-C. Una sfida che assume i contorni del duello tra Davide e Golia. Diciotto punti per i silani, frutto di sei vittorie su sei, otto gol fatti e solo uno subito. Di contro il Noicattaro è terz’ultimo e non ha ancora centrato la vittoria. Sciannimanico è consapevole delle difficoltà dell’incontro contro un’autentica corazzata, costruita per vincere il campionato e dai nomi importanti per la categoria. Ma Sciannimanico spera: “Sinora hanno sempre vinto, mi auguro che lascino qualcosa anche agli altri. Al di là delle battute, questa è una delle classiche partite che da giocatore avrei voluto giocare a tutti i costi. Spero che anche nei miei ragazzi prevalga questo spirito. Anche perchè nel calcio nulla è impossibile”. Dopo la buona prova di Isola Liri e quella in Coppa Italia a Gallipoli (malgrado l’eliminazione le seconde linee hanno dato filo da torcere al più quotato avversario) si spera nell’impresa. Purtroppo il tecnico barese dovrà ancora fare i conti con le assenze, su tutte quella del difensore centrale Lucioni. Non ce la dovrebbe fare neanche l’altro difensore Allegrini, in dubbio i due attaccanti Rana e Baldassarre
L’AVVERSARIO: Oggi il Cosenza di Mimmo Toscano dovrà andare in Puglia per affrontare il Noicattaro. La formazione pugliese allenata da Sciannimanico, in questo inizio di campionato, non ha particolarmente brillato. I rossoneri hanno conquistato soltanto 3 punti ed occupano il penultimo posto in classifica. Questi punti sono frutto di tre pareggi ottenuti con Barletta ed Isola Liri in trasferta e con il Manfredonia tra le mura amiche. I pugliesi hanno realizzato 2 reti e ne hanno subite ben 6. I gol finora realizzati sono stati siglati da Lucioni nella prima giornata di campionato contro il Cassino in casa e da Siclari nell’ultimo turno disputato ad Isola Liri che è valso la conquista di un punto. Per quanto riguarda le reti incassate,  le squadre avversarie hanno colpito tre volte nei primi 45 minuti e altrettante volte nelle seconde frazioni di gioco. Gli uomini che sono stati impiegati di più dal tecnico Sciannimanico e che finora non hanno mai perso un minuto di gioco sono: il portiere Sassanelli, il difensore Lucioni e il centrocampista Menolascina. Quest’ultimo ha calcato, nella sua lunga carriera,  palcoscenici di serie A e serie B indossando la maglia dell’Ascoli. I rossoneri finora hanno collezionato 15 cartellini gialli segno che comunque è una formazione che cerca molto di spezzettare il gioco avversario commettendo dei falli non cattivi ma utili per far rifiatare la squadra. Mister Sciannimanico ama molto schierare i suoi uomini con il 4-3-3 utilizzando in avanti Siclari, Rana e Russo. Soltanto in una circostanza il tecnico rossonero ha fatto giocare in questa stagione la squadra con un 4-4-1-1 ed è stato nella trasferta di Scafati poi persa contro i locali per 2-0. Per i silani non sarà certamente una passeggiata la trasferta di Noicattaro visto che la formazione rossonera non naviga in una posizione buona di classifica. I pugliesi proveranno con tutte le forze a battere la capolista per risollevare il morale ma soprattutto per riuscire ad allontanarsi dalle zone basse della classifica. I silani sono avvertiti, la concentrazione dovrà essere massima. (Antonello Greco)   

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it