Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza-Aversa: le interviste

Cosenza-Aversa: le interviste

Polani riassapora la gioia del gol: “Che bella sensazione”. E Braca sottolinea: “Abbiamo sofferto. Ma così le vittorie hanno un sapore diverso”. Ambrosi: “Bravi noi a non sottovalutare l’Aversa”.

braca_in_sala_stampa.jpgI giocatori del Cosenza felici. Per i tre punti e per il gol ritrovato da parte di Polani. Il primo ad arrivare in sala stampa è il difensore Errico Braca che sottolinea l’importanza dei tre punti ottenuti quest’oggi. “Non è stato facile, precisiamolo. L’importante, però, è aver conquistato la vittoria e messo alle spalle Noicattaro”. L’ex Sorrento, che in campo aveva di fronte molti compagni dell’esperienza in maglia rossonera, fa i complimenti agli avversari. “Squadra quadrata. Bravi noi a saperli colpire al momento giusto”. E sul finale al cardiopalma. “Ci sta tutto. Abbiamo giocato un primo tempo a mille. Non si possono tenere quei ritmi per tutta la gara. Prima o poi qualcosa la concedi. Ma al di là di qualche intervento di Ambrosi non abbiamo sofferto molto”.  Dal difensore pensieri e parole al portiere rossoblù. “Abbiamo dimostrato che Noicattaro è lontano ricordo – sottolinea Ambrosi -. Questo significa che questa squadra è matura e sa bene che le difficoltà sono sempre dietro l’angolo. L’Aversa si è dimostrato cliente scomodo e la posizione di classifica è bugiarda”. Tanti sorrisi finalmente per Enrico Polani che in sala stampa non sta nella pelle. “Finalmente il gol è arrivato. E’ dura per un’attaccante non segnare ma alla fine bisogna solo avere un po’ di pazienza e non demoralizzarsi”. Gol che hanno dato a Polani la possibilità di andare ad esultare finalmente sotto la sud. “Che bella sensazione. Questa tifoseria è stupenda. Merita altri palcoscenici”. (c.c.)

Related posts