Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza c5: Un punto che fa morale e una prestazione tutta orgoglio per gli uomini di Ferrara.

cosenzac5.jpgMetallo e compagni subiscono il vantaggio del Deportivo Eden ma rimontano e sfiorano nel finale la rete del vantaggio. Ottima prova del giovane portiere Gervasi.

La società aveva chiesto una vittoria e una prova d’orgoglio. I tre punti non sono arrivati, ma il Cosenza ha giocato al meglio delle sue possibilità, e con gli uomini contati e tanti acciaccati che hanno stretto i denti pur di giocare, è riuscito a rimontare la rete subita, sfiorando nel finale una vittoria che ancora resta un taboo. La cronaca: Cosenza in campo senza diversi titolari. Ferraro e Arribas sono costretti a fare da spettatori dopo lo stop inflitto ai due in settimana dal giudice sportivo. Laino non figura fra i convocati a causa di infortunio e Fiume scende in campo nonostante gli acciacchi. Anche Fonseca e capitan Metallo non sono al meglio ma partono fra i cinque iniziali insieme a De Rango, Fiume e Gervasi. Il Deportivo Eden è squadra ben organizzata e copre bene gli spazi, provando invano ad infastidire l’estremo difensore rossoblu. Il Cosenza si difende e sfiora dopo pochi minuti il gol con Fiume prima e Fonseca poi. Dopo le prime battute inizia lo show dei due portieri. Gervasi, nega per due volte la rete del vantaggio agli acerrani e lo stesso discorso vale per Vitiello che compie due miracoli in occasione delle conclusioni di Bruno e De Rango. Nella seconda frazione parte subito bene l’Eden che sfiora la rete ma trova sulla sua strada il giovane e sempre attento portiere rossoblu. All’ottavo minuto è il Cosenza a sfiorare la rete del vantaggio. Metallo in area riceve un prezioso assit da Fiume e si gira, colpendo in pieno il montante alto della porta avversaria. Sul capovolgimento di fronte, però, i campani guadagnano un corner, e Onorevole, giocatore simbolo al rientro contro il Cosenza, piazza la zampata che vale l’uno a zero. De Rango carica i compagni che non accusano il colpo e provano, forse con un pizzico di nervosismo, a trovare la rete del pareggio. Mister Ferrara, come in uso nel pentacalcio, toglie il portiere e inserisce Carmine Perri che imposta la manovra durante il forcing finale. I Rossoblu iniziano a comprimere gli avversari nella propria area e a due minuti dallo scadere Fonseca con un bolide fa esplodere la gioia degli spettatori giunti al palazzetto. L’Eden accusa il colpo e si chiude a difesa della propria porta, mentre il Cosenza attacca e con De Rango trova il fallo che manda Fonseca dal dischetto del tiro libero. Il numero tre cosentino, però, sfiora il palo e il match termina 1 a 1 fra la disperazione di capitan Metallo e compagni, che hanno dato davvero il massimo per portare a casa l’intera posta in palio.  (Francesco Palermo)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it