Tutte 728×90
Tutte 728×90

Gela-Cosenza: quello che c’è da sapere sui nostri prossimi avversari

Gela-Cosenza: quello che c’è da sapere sui nostri prossimi avversari

Un inizio titubante, poi lo sprint fino a raggiungere il secondo posto. La squadra di Cosco punta sul fattore campo per tentare l’aggancio all’attuale capolista. Attenzione a Marinucci Palermo e Gaeta, sono gli uomini su cui punta la squadra biancoazzurra.

il_capitano_marinucci_palermo.jpgDomani il Cosenza andrà a far visita al Gela, per quello che è considerato il big-match della nona giornata di LP2 girone C. Le due compagini, in questa stagione, si sono già affrontate poco meno di  venti giorni fa in Coppa Italia e a spuntarla in quell’occasione fu il Gela, che riuscì a battere i lupi al San Vito grazie alla rete realizzata da Marinucci Palermo (foto a sinistra tratta da gelacalcio.it). Bisogna dire però che, in quella circostanza, si affrontarono due formazioni largamente rimaneggiate, soprattutto Toscano mise in campo degli uomini che, fino a quella partita, erano stati impiegati di meno dall’inizio della stagione. La partita di domani sarà tutta un’altra storia visto che, la posta in palio, è superiore ad un passaggio nel turno di Coppa. Il presidente del Gela, Tuccio, e il direttore sportivo, De Filippis, in estate hanno allestito una vera e propria corazzata e ne hanno affidato il timone a Vincenzo Cosco che, nella passata stagione, era stato alla guida della Paganese in serie C1. La formazione siciliana in campionato non ha avuto un inizio semplice, infatti, nelle prime tre gare ha ottenuto soltanto tre pareggi con Vibonese, Monopoli e Barletta. La svolta per gli uomini di Cosco è arrivata alla quarta giornata grazie alla vittoria ottenuta in casa dell’Igea Virtus. Da quel momento il Gela ha conquistato 5 vittorie in 5 gare posizionandosi al secondo posto in classifica a tre lunghezze dalla capolista Cosenza. Il Gela, insieme al Catanzaro, sono le uniche due compagini ad essere ancora imbattute nel girone C della LP2. I ragazzi di Cosco tra le mura amiche hanno conquistato 8 punti frutto di 2 pareggi e altrettante vittorie realizzando 6 reti e subendone soltanto 2. Per quanto riguarda le gare lontane dal “Presti”, la formazione gelese, ha conquistato 10 punti frutto di 3 vittorie e un pareggio, segnando 6 gol e subendone 2. Insomma, da quest’inizio di campionato, si può capire come il Gela sia una squadra costruita per vincere, capace di giocare nello stesso modo sia nelle gare casalinghe che in quelle in trasferta. Mister Cosco ama molto utilizzare il 4-4-2 con Franciel e Pasca avanti e usando come alternativa Espinal. Ma il vero punto forte della formazione gelese è il centrocampo con Marinucci Palermo e Battisti in mezzo e sugli esterni Gaeta e Alessandrì, due giocatori in grado di riuscire a trovare spesso la via della rete. Insomma, per i ragazzi di Mimmo Toscano non sarà una gara semplice ma i lupi dovranno assolutamente cercare di conquistare dei punti per non farsi agganciare, proprio dal Gela, in testa alla classifica.  (Antonello Greco)

Related posts