Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il Cosenza cade a Gela e c’è l’aggancio in vetta

Il Cosenza cade a Gela e c’è l’aggancio in vetta

I rossoblù chiudono addirittura in nove per le esplulsioni di De Rose e Musacco. Padroni di casa ancora imbattuti dopo nove giornate. Di Battisti al 28′ del secondo tempo il gol vittoria dell’1-0. Toscano audace a schierare tre punte ad inizio match.

galantucci_in_duello_con_nigro.jpgE’ stato uno dei giocatori più esperti della categoria a decidere la partitissima del “Presti”. Battisiti ha trovato un gol in semirovesciata che vuol dire aggancio in vetta. Il Cosenza non ha demeritato e va dato atto a Mimmo Toscano di aver provato a vincere l’incontro schierando tre punte sin dall’inizio. E’ andata male, ma ciò non cancella quanto di buono fatto vedere in campo. Ora diventa imperativo sfruttare i due turni casalinghi contro Scafatese e Igea Virtus per tornare a volare. Peseranno di certo le espulsioni di De Rose e Musacco.
CRONACA. Calcio d’inizio per i rossoblù. Il Gela sembra voler da subito imporre un ritmo di gioco favorevole a sè. Dopo tre minuti contrasto tra Polani e G. Esposito: i due vanno viso a viso a testimoniare come siano tesi gli animi. I padroni di casa giocano maggiormente sulla sinistra e spingono dalle parti di Morelli. Polani invece gioca largo a destra. Al 10′ Alessandrì sfonda ed arriva sul lato corto dell’area, lascia partire un cross per Espinal che di testa non impensierisce. Al 17′ Musacco prima batte un corner costringengo Cecere a concederne un altro, poi si fa ammonire per un fallaccio a gamba tesa su Alessandrì. Dopo 25 minuti il match vive di tanto agonismo, ma poco da segnalare. I due schieramenti sono simmetrici. Al 30′ Galantucci riceve palla dalla distanza e calcia verso Cecere, il quale blocca non senza problemi. Al 41′ Alessandrì scodella in mezzo una punizione dalla trequartiti, ma Spinelli riesce a sbrogliare l’area non concedendo neanche il corner. Al 41′ Ammonito Espinal per un gomito largo su Braca e al 42′ De Rose che un minuto dopo lascia partire un bolide che Cecere neutralizza a terra.
SECONDA TEMPO. Al 4′ Moschella prova una bomba delle sue, ma la palla termina sul fondo tra i fischi del “Presti”. Un minuto dopo Carli spizzica una palla a centrocampo per Polani che entra in area lasciando partire un diagonale mancino che termina di poco a lato. Il Gela sembra èerò essere sceso in campo con più determinazione rispetto al primo tempo e si fa vedere maggiormente dalle parti di Ambrosi. Al 18′ De Rose calcia dalla distanza e Fernandez ci mette una mano, forse in area di rigore. Proteste ospiti, ma solo punizione dal limite che Cantoro calcia addosso a Pasca. Al 24′ giallo per Galantucci per una gomitata ai danni di Nigro. Al 28′ Gaeta crossa e Battisti la mette dentro in rovesciata: Gela in vantaggio ed aggancio alla capolista. Dopo un minuto punizione di Iannini, papera di Ambrosi e palla che si stampa sul palo. Il Cosenza va nel pallone e al 31′ viene espulso De Rose per fallo da tergo. Al 39′ Moschella ha la palla buona dopo un rimpalo in aerea, ma solo davanti a Cecere gli calcia addosso: incredibile! Al 41′ espulso anche Musacco per aver trattenuto G. Esposito: è notta fonda.

Il tabellino: 
GELA (4-3-3): Cecere; Nigro, G. Esposito, Fernandez, D’Aiello; Battisti, Marinucci Palermo (45′ Gaeta), Iannini; Espinal (15′ s.t. Pasca), Franciel (35′ s.t. Fofana), Alessandrì. A disp:Ferla, P. Esposito, Ambrosecchia, Unniemi. All. Cosco.
COSENZA (4-3-3): Ambrosi; Morelli (37′ s.t. Bernardi), Musacco, Moschella, Braca; De Rose, Spinelli, Carli, Polani, Galantucci, Cantoro. A dip: Guizzetti, Chianello, Bacilieri, Fabio, Danti, Profeta. All Toscano
ARBITRO: Gallione di Alessandria
MARCATORI:
28′ s.t. Battisti
NOTE: Spettatori 4500, stadio esaurito. Terreno in perfette condizioni grazie ad un telone rimosso solo prima del fischio d’inizio. Circa 300 i tifosi del Cosenza. Espulso: al 31′ s.t. De Rose, al 41′ s.t. Musacco Ammoniti:Espinal, Fernandez, Galantucci, Moschella, Fofana Corner: 4-2, Recupero: 1′-5′

Related posts