Tutte 728×90
Tutte 728×90

Gela-Cosenza: le interviste

Il difensore ha avuto a cinque minuti dalla fine la palla del pareggio. Polani elogia i compagni e dice: “Sconfitta immeritata. Abbiamo dato il massimo”!

foto_014.jpgCecere a pochi istanti dalla fine gli ha chiuso la porta, ma lui va sempre a testa alta e fa i complimenti alla squadra. Ivan Moschella, per un giorno anche capitano, ci ha provato ancora a segnare sul campo che diverse stagioni fa lo vide protagonista. “Peccato per quella conclusione, penso che il pareggio sarebbe  stato il risultato più giusto. Ma noi qui in Sicilia abbiamo dimostrato di essere una grande squadra venendo a giocare senza paura contro un Gela forte. Abbiamo perso i tre punti ma abbiamo dimostrato. Il mister giocando con un modulo 4-3-3 ha dimostrato di avere grande fiducia in questo gruppo e questo è importante. Adesso ci rialziamo e guardiamo già avanti consapevoli di essere una grandissima squadra!”.
Dello stesso parere anche per Enrico Polani: “Non abbiamo affatto demeritato e per questo faccio i complimenti ai miei compagni. Siamo un gran gruppo. Siamo forti e lo abbiamo dimostrato nonostante le assenze importanti. E’ una sconfitta amara, ma che ci da ancora più forza. Io e i miei compagni vogliamo arrivare primi a fine campionato e penso proprio che ce la faremo”. Sul modulo tattico il bomber rossoblù è chiaro: “Abbiamo dimostrato di non avere paura di nessuno. Poi con il tridente io ho già giocato con il Benevento l’anno scorso in molte occasioni. A tal proposito vorrei ricordare ce l’anno scorso in questo periodo col Benevento ero 4 punti sotto il Pescina, stare invece adesso primi in classifica è una sensazione migliore. Daremo il massimo fino alla fine”. A fine gara tra alcuni giocatori c’è stata anche qualche scaramuccia, ma Enrico non ne vuole parlare: “Sono uscite fuori paroline di troppo, e anche in Coppa Italia avevano esagerato. Ma sono cose che si chiudono qui”.

 

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it