Tutte 728×90
Tutte 728×90

Carli, il “faro” del centrocampo: “Dobbiamo solo vincere”

Carli, il “faro” del centrocampo: “Dobbiamo solo vincere”

Il goriziano si appresta a disputare la sua seconda partita consecutiva da titolare e non ammette altri passi falsi: “Se vogliamo restare in alto dobbiamo dare continuità ai nostri risultati”.

alen_carli.jpgAlen Carli ha conquistato la fiducia del mister grazie alla meticolosità del suo lavoro e convinto Toscano a cambiare modulo di gioco, anche grazie all’emergenza-infortuni. “Ho già giocato in passato in un centrocampo a tre e devo dire che mi sento a mio agio”. Sinora il trainer non si era mai distaccato dall’idea di schierare solo due uomini di rottura. “Certo, se giochiamo a quattro chi sta in mezzo deve stare molto vicino al compagno e coprire le avanzate degli esterni. In questa maniera invece tocca soltanto a noi mediani monitorizzare tutta la zona centrale”. Supportando i tre attaccanti, spesso e volentieri si spinge in area avversaria pr sfruttare le sue doti balistiche. “Quando l’azione si sviluppa a destra, giocando io alla sinistra di Spinelli, do una mano agli attaccanti ed è proprio questo il movimento che mi caratterizza maggiormente”. Contro la Scafatese il Cosenza è obbligato a tornare alla vittoria. “Se vogliamo stare lì in vetta serve dare continuità ai risultati, del resto una squadra vince il campionato se ha una certa costanza a conquistare i tre punti”. Sarà ancora 4-3-3. “I campani invece adottano un 3-5-2, motivo per cui dovremo essere bravi noi in fase di non possesso a rubare palla e lanciare gli avversari per creare situazioni di tre contro tre o addirittura di superiorità.” (Luigi Brasi) 

Related posts