Tutte 728×90
Tutte 728×90

Berretti: Cosenza-Scafatese le interviste

Berretti: Cosenza-Scafatese le interviste

Il tecnico campano, Chiaiese, elogia Petrucci: “E’ un tecnico che sa lavorare con i giovani. Al giorni d’oggi non è facile trovarne”. Il match-winner Viola: “Il gol? Sono stato furbo”.

il_difensore_del_cosenza_matteo_viola.jpgIl Cosenza ride, la Scafatese non può metterselo. Se è vero che per i campani il pericolo più grosso (in riferimento al momento societario tutt’altro che idilliaco) sembra scampato, è pur vero che Chiaiese per un momento stava assaporando quel punticino che la sua squadra avrebbe pur meritato per la reazione dopo il 2-0 dei padroni di casa. “Purtroppo il calcio è anche questo. Se non sei concentrato fino all’ultimo ne paghi le conseguenze”. Questa la lettura della partita del tecnico della Scafatese. “La gara rispecchia il momento che stiamo attraversando. Pecchiamo di disattenzioni. Eppure questa squadra, nella passata stagione, è stata vice-campione nazionale. Possibile che di punto in bianco le cose si siano capovolte? Purtroppo c’è bisogno da parte dei miei ragazzi di una crescita mentale”. L’allenatore ritorna poi sull’espulsione che lo ha visto protagonista nei minuti di recupero della gara. “Non credo di aver detto nulla di male all’arbitro se non di aver invertito un calcio di punizione. Non sono stato scomposto ed è per questo che rimango esterrefatto quando vengono presi simili provvedimenti”. Infine un plauso al Cosenza e a mister Petrucci. “Quello che la società sta attuando è un progetto importante ed interessante. Una logica che va sposata. Ci vuole pazienza nel farli crescere e credo che con un allenatore come Petrucci non ci saranno problemi. E’ un tecnico che sa lavorare con i giovani. Al giorni d’oggi non è facile trovarne”. Giornata da ricordare anche per il centrocampista, Andrea Doninelli, fresco di convocazione in prima squadra per la gara di domani contro la Scafatese. “Dopo i due gol ci siamo rilassati e la Scafatese è stata brava a crederci. Poi siamo stati bravi noi a trovare il gol del definitivo 3-2. Credo che la vittoria sia stata meritata”. Con Aquino coppia ormai collaudata. Un centrocampo tra i più completi del girone. “Con Aquino ci completiamo. Il suo è un lavoro prezioso. Oscuro ma prezioso”. Dal centrocampista, pensieri e parole passano al match-winner di giornata, Matteo Viola. “Sono felicissimo – precisa il difensore cosentino -. Sul gol sono stato furbo ad inserirmi e rubare il tempo al mio avversario”. Viola sulle parole d’elogio di Petrucci precisa. “Sono contento per quanto affermato dal mister. Ma il merito è soprattutto suo. E’ un grande allenatore e sono convinto che farà strada”. (p.b.)

Related posts