Cosenza Berretti

Berretti: il Cosenza si impone 3-2 sulla Scafatese. Decisivo Viola

Partita finita. Il Cosenza ritorna alla vittoria dopo tre sconfitte consecutive. Molta sofferenza dopo il doppio vantaggio. A decidere la sfida è un gol di Viola nella ripresa.

4_-_salandria_tra_i_migliori.jpgVittoria sofferma. Meritata ma sofferta. Dopo la prima mezzora di marca silana, la squadra di Petrucci lascia campo ad una modesta Scafatese. Ma andiamo con ordine. Pronti via e Salandria fa capire le reali intezioni dei suoi. Da un calcio d’angolo di Martino è lo stesso numero 10, di testa, a battere l’estremo difensore avversario. Poco più tardi, in azione di contropiede, è Viscardi a trovare la via del gol con un destro fulminante. I silani leggittimano il vantaggio costruendo ancora pericoli. Poi, inspiegabilmente, Doninelli e compagni lasciano spazio alle ripartenze degli ospiti. La Scafatese esce dal guscio e colleziona una serie di angoli. Ma è su calcio piazzato che la compagine di Chiaiese trova il gol. Dioneo trova spazio al limite dell’area e Aquino lo ferma con le cattive. Lo stesso Dioneo si incarica del tiro piazzato battendo Di Iuri (qualche responsabilità per il portiere rossoblù). Trovato il gol la squadra ospite va vicina al pareggio con Vitale che spreca a pochi metri dalla porta. Pareggio che trova nella ripresa con un colpo di testa di Vacca. Poi, però, la squadra di Petrucci con orgoglio trova il gol con Viola sugli sviluppi di un angolo al 32′ della ripresa. Gol che consente ai silani di ritornare a riassaporare la gioia dei tre punti.
CRONACA. Convinto, determinato. Questo il Cosenza di Riccardo Petrucci questo pomeriggio al Comunale di Montalto. Il tecnico ritrova Aquino dopo la squalifica e manda in campo l’undici tipo. Di contro la Scafatese presenta lo stesso undici di sette giorni prima. Silani subito in rete sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Martino. Salandria è il più lesto ad anticipare gli avversari e a mettere la palla in rete. Passano 120” e Viscardi punisce nuovamente la difesa campana. Lungo lancio di Doninelli. L’attaccante silano elude la tattica del fuorigioco e batte l’estremo difensore avversario. La risposta degli ospiti è sterile con una serie di calci d’angolo collezionati e nessun serio pericolo per l’estremo difensore rossoblù Di Iuri. Con il passare dei minuti il Cosenza prende campo e rischia di triplicare con Viscardi su assist di Viola dalla destra. I silani intorno al 20′ chiedono a gran voce un calcio di rigore per atterramento di Viscardi ma il direttore di gara sorvola tra l’incredulità generale. Ottima la prestazione offerta dai due centrocampisti centrali: Doninelli e Aquino. Al 36′, sugli sviluppi di un angolo, Vacca non trova il pallone a pochi passi dalla porta. Scampato il pericolo i silani ritornano a macinare gioco. Al 38′ ammonito Aquino per un brutto fallo ai danni di Dioneo. Dal calcio di punizione dal limite nasce il gol dello stesso Dioneo. Dopo il gol gli ospiti prendono coraggio e per poco non vanno vicini al pareggio con Vitale che a tu per tu con Di Iuri si fa respingere il tiro.
RIPRESA. Inizia con la Scafatese più intrapredente. Al 2’st sostituzione per gli ospiti: fuori Vitiello e dentro Sessa. Poco più tardi ammonisto Donadeo per fallo su Viscardi. Al 19’st il pareggio ospite. Da una punizione di Dioneo, Vacca anticipa tutti sul primo palo con la punta del piede. Un pari meritato per quanto fatto dai campani dopo l’uno-due del Cosenza. La squadra di Petrucci non riesce a gestire il pallone e prova con lanci lunghi a rendersi pericolosa ma senza successo. Al 32’st Cosenza nuovamente in vantaggio. Angolo di Martino con Viola bravo di testa ad anticipare tutti sul primo palo. Poi tanta sofferenza con la Scafatese che prova il forcing finale senza però trovare il pari.

Queste le formazioni:
COSENZA (4-4-1-1): Di Iuri 6, Viola 7, Mirabelli 6, Aquino 6, Marchio 6, Longobucco 5,5(40’pt Ruffolo 6), Martino 6, Doninelli 6, Viscardi 6,5(47’st Sposato sv), Salandria 6,5, De Simone 5,5(17’st Carluccin 6). All.: Petrucci 6,5. A disp.: Nicolosi, Ruffolo, Zanfini, Sposato, Lepore, Carlucci, De Rose
SCAFATESE (4-4-2): Schettino 5,5, Raspaolo 6, Vitale 5,5, Ferrigno 6, Barile 6, Vitiello 5,5 (9’st Sessa), Donadeo 6, Vacca 6,5, Ammirati 6,6, Dioneo 6,5(34’st Margotti sv), Amatista 5,5. All.: Chiaiese 5,5. A disp.: Avino, Sessa, Rummo, Margotti, Siesto, Oliva, Esposito
ARBITRO: Agosto di Paola 5,5 (Vilardi-Bassetti)
MARCATORI: 3’pt Salandria (Cs);  Viscardi (Cs); 39’pt Dioneo (Sc); 19’st Vacca (Sc); 32’st Viola (Cs)
NOTE: Terreno di gioco in terra battuta e discrete condizioni. Giornata di sole. Gradi: 25°. Spettatori presenti circa 50. Calci d’angolo: 3-7. Ammoniti: Ferrigno (Sc) al 23’pt. Aquino (Cs) al 38’pt; Martino (Cs) al 7’st; Donadeo (Sc) al 14’st. Espulso il tecnico della Scafatese, Chiaiese, per proteste al 46’st. Recupero: 2’pt – 5’st

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina