Tutte 728×90
Tutte 728×90

De Miglio non ha dubbi: “Abbiamo carattere, è questo il segreto”

De Miglio non ha dubbi: “Abbiamo carattere, è questo il segreto”

Il terzino, ritornato in campo dopo un periodo difficile, ringrazia i compagni. “Il loro abbraccio, dopo il gol, è stato emblematico”.  

de_miglio_in_azione.jpgE’ il giocatore, insieme a Profeta, che è riuscito a dare quel qualcosa in più contro la Scafatese. Si sono sprecate le parole d’elogio per Antonio De Miglio che, ritornato in campo domenica scorsa dopo un periodo in naftalina, è riuscito a dare il suo fattivo contributo. “Sono contento – dice il terzino in conferenza stampa -. Ho giocato una buona gara. Soprattutto nella ripresa sono venuto fuori”. Una partita che non è stata per nulla facile. A deciderla in favore dei silani, due gol nel giro di pochi minuti. “Purtroppo subire il gol a freddo ci ha frenati. Andare sotto in casa, davanti al proprio pubblico, non è mai facile. Posso essere d’accordo sul fatto che non ci siamo espressi come dovevamo nel primo tempo, ma nella ripresa è venuto fuori il carattere di questa squadra”. La fotografia della gara contro i campani sta in quella palla, recuperata proprio da De Miglio, che sembrava destinata ad uscire. Il quel frangente il terzino ha dimostrato quanto sia importante crederci, sempre. “Cosa dire. Sono stato bravo a credere in un pallone destinato ad uscire in fallo laterale. Ma queste sono le mie caratteristiche, sono uno che non molla. Quando gioco dall’inizio ho bisogno di un po’ per carburare ma poi vengo fuori. Invece, quando entro a gara in corso è tutto diverso. Forse su questo aspetto devo migliorare”. Poi una precisazione. “Ringrazio i miei compagni che subito dopo il gol sono venuti ad abbracciarmi. Un gesto che non dimenticherò”. De Miglio risponde poi a chi gli chiede se ci sia rimasto male per l’esclusione che ha concesso a Musacco di guadagnarsi, meritatamente, un posto da titolare. “Credo che ogni giocatore rimanga male se non impiegato. Questo, però, mi è servito per dare qualcosa in più negli allenamenti. Ho aspettato il mio momento. Certo, mi sembra doveroso sottolineare il buon lavoro fatto da Andrea (Musacco, ndr)”. (a.g.)

Related posts