Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza-Igea Virtus: cosa c’è da sapere sui prossimi avversari

Cosenza-Igea Virtus: cosa c’è da sapere sui prossimi avversari

In trasferta la squadra siciliana ha ottenuto quattro pareggi ed una sconfitta. Per Castellucci due assenze pesanti: Di Miceli e Crinò.

mister_castellucci_igeavirtus.it.jpgOggi i rossoblù di Mimmo Toscano affronteranno, sul terreno amico, l’Igea Virtus. La squadra siciliana, allenata da mister Castellucci, naviga nei bassifondi della classifica con soli 8 punti, frutto di 5 pareggi 4 sconfitte e soltanto 1 vittoria ma, nonostante ciò, è una compagine molto pericolosa soprattutto lontano dallo stadio “Alcontres”. Infatti i giallorossi in questo inizio di stagione, per quanto riguarda le gare in trasferta, hanno perso soltanto una volta alla terza giornata sul terreno di gioco dell’Isola Liri, per il resto i ragazzi di Castellucci hanno collezionato ben quattro pareggi. In totale Di Masi e compagni hanno realizzato 6 reti e ne hanno subìte 9. Lontano dalle mura amiche l’Igea Virtus ha colpito gli avversari per 2 volte mentre è dovuta capitolare in 3 circostanze. I ragazzi di Castellucci finora hanno conquistato una sola vittoria ottenuta domenica scorsa contro il Barletta davanti al proprio pubblico, per il resto hanno ottenuto cinque pareggi con Val di Sangro, Catanzaro, Aversa, Noicattaro e Vibonese e quattro sconfitte con Andria, Isola Liri, Cassino e Gela. Mister Castellucci ama molto giocare con il 4-4-2 ma nelle ultime due uscite ha mandato in campo la squadra utilizzando il 4-2-3-1 con Bongiovanni unico terminale offensivo. Gli uomini utilizzati di più, in questo inizio di torneo, dal tecnico giallorosso, oltre al portiere Di Masi che ha disputato tutte le gare, sono stati i difensori Alizzi e Agius, i centrocampisti Matinella e Di Toro e gli attaccanti La Porta e Crinò.  Per il resto il tecnico della formazione siciliana ha utilizzato quasi interamente la rosa che la società gli ha messo a disposizione. La compagine siciliana ha un gioco molto difensivo e soprattutto in trasferta mette, molte volte, in difficoltà le squadre avversarie grazie alla velocità di alcuni giocatori che permettono alla squadra di capovolgere l’azione da difensiva in offensiva. Il vero punto debole dei giallorossi è l’attacco, infatti, Crinò (domani assente insieme a Di Miceli) e compagni segnano con il contagocce e, finora, hanno realizzato soltanto 4 delle sei reti totali. Il Cosenza dovrà stare molto attento a questa squadra perché in queste giornate ha dimostrato di saperci fare in trasferta. I lupi dovranno mantenere alta la concentrazione e non sottovalutare l’avversario per cercare di conquistare tre punti fondamentali e mantenere, così, la testa della classifica. (Antonello Greco) 

Related posts