Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza-Igea Virtus (1-0). Decide la mitraglia del bomber

Cosenza-Igea Virtus (1-0). Decide la mitraglia del bomber

Polani al 76′ decide un match tiratissimo in cui l’Igea Virtus ha rinunciato quasi sempre ad attaccare.

festa_cosenza_a_fine_gara.jpgAlla fine di una gara tiratissima, ma con poche occasioni, il Cosenza riesce ad avere la meglio di un’Igea Virtus arroccata dietro sin dalle prime battute salvo alcune ripartenze in contropiede. E’ di Polani il gol vittoria che fa impazzire di gioia i supporter silani. Rossoblù nuovamente a +4 sulle inseguitrici che da oggi sono due. Il Gela non va oltre il pareggio con il Pescina e il Catanzaro l’aggancia. All’ombra della Sila è già tempo di derby, ma prima ci sono ancora tante gare da vincere.
CRONACA. La partita inizia con un tema tattico ben preciso, ovvero quello con il Cosenza in avanti alla ricerca del vantaggio e i siciliani pronti a sfruttare il contropiede.  Al 13′ primo corner dalla destra per i padroni di casa, ma l’arbitro segnala un fallo di Cantoro in area. Il match vive una fase di studio con diversi contrasti a centrocampo e con il Cosenza che cerca maggiormente di farsi vedere dalle parti di Di Masi. Al 20′ La Porta calcia dalla destra una punizione tesa in area di rigore, sulla quale Russo anticipa Braca e per poco non fa gol. Quattro minuti dopo Moschella lancia lungo e scavalca il centrocampo. Polani non arriva a calciare da buona posizione e si mangia le mani. Un minuto dopo la mezzora Catania sull’out mancino fa vedere un gioco di prestigio e in dribbling passa tra Agius e Russo con quest’ultimo che lo mette giù prima di entrare in area. Senza conseguenze la punizione di Moschella. Sul capovolgimento di fronte Bongiovanni tenta un pallonetto su Ambrosi che si fa trovare pronto. Al 34′ Polani appoggia per Cantoro che di prima intenzione calcia in porta e sfiora il palo. Passano due minuti ed è De Rose ad impegnare L’estremo siciliano in una presa bassa. Al 43′ i rossoblù sfiorano il gol. Triangolo stupendo Catania, Cantoro, Catania che da solo davanti a Di Masi nell’area piccola calcia incredibilemnte fuori. E’ l’ultima azione del primo tempo.
SECONDO TEMPO. La ripresa inizia senza cambi da ambo le squadre. Al 49′ Spadaccini comanda una punizione dal limite per l’Igea che La Porta calcia bene sfiorando il palo alla sinistra di Ambrosi. Al 51′ ancora Cosenza: Moschella calcia tesa una punzione in area dalla sinistra e POlani  di testa per poco non fa gol. La palla esce di pochissimo. Cresce il sostegno del pubblico. Al 59′ Galantucci rilva Cantoro e dopo un minuto va subito in gol, ma il guardalinee annulla incredibilmente. Al 76′ i rossoblù fanno esplodere il San Vito. Dalla destra Bernardi scodella in mezzo un traversone che Catania spizzica di testa. Polani da due passi non sbaglia. E’ il gol che i lupi cercavano dall’inizio. Entrano Danti e Carli, fuori l’autore del gol e Profeta. L’Igea spinge ma non riesce a sfondare: finsce così con i wolves che centrano il nono successo su undici gare.

Le formazioni:
COSENZA (4-3-3):
Ambrosi, Bernardi, De Miglio, Moschella, De Rose, Braca, Profeta (85′ Carli), Spinelli, Polani (83′ Danti) , Cantoro (59′ Galantucci), Catania, . A disp: Guizzetti, Chianello, Fabio, Zangaro. All. Toscano
IGEA VIRTUS (4-3-2-1): Di Masi, Russo (82′ Ricciardo), Panarello, Agius, Alizzi, Giardina (62′ Martinella), Scopelliti, Di Toro, Bongiovanni, Crimi (63 ‘D’Anna), La Porta. A disp: Romano, Palma, Condello, Nabil. All. Castellucci
ARBITRO: Spadaccini di Vasto
MARCATORI: 76′ Polani
NOTE: Spettatori circa 5000, terreno in ottime condizioni. Espulsi: — Ammoniti: Crimi, Spinelli, Alizzi, Bongiovanni Corner: 1-0 Recupero: 0’pt-5’st

Related posts