Tutte 728×90
Tutte 728×90

Undicesima giornata: il match-clou è a Gela. Il Cosenza può approfittarne

Undicesima giornata: il match-clou è a Gela. Il Cosenza può approfittarne

Gli uomini di Cosco ricevono la visita del Pescina, mentre il Catanzaro può contare su un turno favorevole contro il Val di Sangro.

chiricallo_barletta.jpgL’undicesima giornata di LP2 prsenta, almeno sulla carta, degli impegni abbordabili per Cosenta, Catanzaro e Cassino in virtù del big-match di Gela. Della sfida del San Vito abbiamo già parlato molto negli altri articoli, analizziamo pertanto nel dettaglio tutte le altre sfide.
BARLETTA-VIGOR LAMEZIA: Chiricallo deve fare a meno di alcune pedine fondamentali e dopo lo scivolone di Barcellona, vuol riprendere la marcia con la quale ha guadagnato complimenti su complimenti. Ammirata è quasi all’ultima spiaggia perchè non vincendo oggi pomeriggio la sua panchina ballerebbe in maniera pericolosa.
CASSINO-ANDRIA: Sulla carta è un impegno semplice per i ciociari che inseguono la vetta tra alti e bassi. Il loro attacco micidiale sembra essersi inceppato e i risultati ne risentono. L’Andria proviene dallo scivolone interno con il Catanzaro maturato negli ultimi minuti ed è fermamente intenzionato a dare ulteiore slancio alla già tranquilla classifica.
CATANZARO-VALDISANGRO: Provenza lascia ancora in panchina Max Caputo e si affida alla coppia Iannelli-Montella per scardinare la retroguardia abruzzese. Giallorossi con la migliore difesa d’Italia, mentre i biancoblù sembrano destinati alla sconfitta ancor prima del fischio d’inizio.
GELA-PESCINA: E’ una partita da vedere se non altro per la qualità dei calciatori in campo. Cosco è chiamato ad un altra vittoria dopo quella di 14 giorni fa contro il Cosenza, successo però senza seguito nella trasferta di Aversa. Il Pescina giocherà all’attacco con la speranza di sgambettare i siciliani.
MANFREDONIA-AVERSA NORMANNA: I padroni di casa dopo essere partiti bene hanno incanalato una serie di risultati negativi facendo mugugnare il proprio pubblico. I campani con Sergio in panchina hanno dato filo da torcere a tutte le big del torneo, senza però mai riuscire a fare bottino pieno.
NOICATTARO MELFI: Sfida salvezza in Puglia. Sciannimanico ha tratto una verve inattese dalla vittoria contro il Cosenza di qualche settimana fa tirandosi fuori dalla zona calda, mentre i lucani annaspano ancora nei bassifondi
SCAFATESE-MONOPOLI: Visti al San Vito, i campani hanno dimostrato di poter dire la loro nel torneo di LP2. I pugliesi hanno vinto solo un volta e cercano di strappare a Maurizi almeno un punto.
VIBONESE-ISOLA LIRI: Dopo due pareggi consecutivi Galfano vuole tornare alla vittoria. La sua Vibonese non perde ormai da sei partite, dalla debacle interna con il Catanzaro. L’Isola Liri è impelagata negli ultimi posti ed arriverà in Calabria con un morale non altissimo.

Related posts