Tutte 728×90
Tutte 728×90

Polani: “Fosse per me giocherei sempre”

Polani: “Fosse per me giocherei sempre”

L’attaccante rossoblù sente ancora dolore al polpaccio ed il suo impiego è in forte dubbio. Su Cantoro: “Per noi è importante fare i tre punti, i gol vengono dopo”

polani_in_azione.jpgEnrico Polani vuole esserci a tutti i costi lunedì sera e per questo arriva con largo anticipo agli allenamenti eseguendo degli esercizi specifici in palestra. “Soffro ancora al polpaccio sinistro, ma oramai è un mesetto che mi porto appresso questo guaio”. Mercoledì alla ripresa degli allenamenti si è fermato di colpo rientrando negli spogliatoi visibilmente infastidito e da allora sta lavorando a parte sotto lo sguardo attento dei fratelli Bruni. “Fosse per me giocherei sempre, ma bisogna capire cosa causa il dolore. Non è un problema muscolare e spero che già da martedì possa riaggregarmi ai miei compagni”. Ad Andria le previsioni metereologiche annunciano pioggia, il che siginifica che il terreno potrebbe essere infame. “Non so dire se calcare un campo morbido possa aggravare la mia situazione, perché se ci fosse il tendine a monte delle fitte che avverto, sarebbe ininfluente”. Le telecamere daranno al match maggiore fascino e la squadra di Mimmo Toscano potrebbe trarre beneficio dal conoscere già i risultati dalle inseguitrici. “E’ soggettivo, perché se Catanzaro e Melfi perdessero (o vincessero) entrambe a me non farebbe nè caldo, nè freddo, mentre a qualcun altro potrebbe portare pressioni psicologiche. I pugliesi mirano apertamente ai playoff e faranno la loro onesto gara”. La maglia numero nove sembra gli spetti a priori, fosse solo per quello che ha fatto vedere sinora. “Io la casacca me la sudo, non mi piace averla a prescindere. In questo momento penso a Cantoro che sta vivendo un periodo come il mio di inizio stagione, ma Lucas non ha bisogno del gol perché quando si vince lo facciamo tutti assieme”. (Luigi Brasi)

Related posts