Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza calcio: confermata in appello assoluzione Paolo Fabiano Pagliuso

Cosenza calcio: confermata in appello assoluzione Paolo Fabiano Pagliuso

Confermata la sentenza di primo grado da parte della Corte d’appello di Catanzaro. Queste le prime parole dell’ex presidente: “Sono soddisfatto per la conclusione di una vicenda che mi ha distrutto dal punto di vista professionale, personale ed economico”.

paolo_fabiano_pagliuso.jpgL’ex presidente e proprietario del Cosenza Calcio 1914, Paolo Fabiano Pagliuso, è stato assolto dalla Corte d’appello di Catanzaro che ha confermato la sentenza emessa in primo grado dal Tribunale della citta’ bruzia (6 ottobre 2006). Pagliuso era coinvolto in un’inchiesta insieme ad altre 13 persone, tra cui il figlio Luca e altri componenti del consiglio di amministrazione della società, con le accuse, contestate a vario titolo, di appropriazione indebita, falso in bilancio, truffa ai danni della Federazione italiana gioco calcio e della Covisoc. L’inchiesta raggiunse il suo epilogo il 26 marzo del 2003, quando gli indagati furno arrestati, e a Pagliuso furono sequestrati beni mobili ed immobili, tra i quali le quote delle società del Cosenza 1914 e della Spal. Dopo un’ora di camera di consiglio è stata letta la sentenza. Grande soddisfazione per l’ex patron del Cosenza calcio 1914 che, appresa la sentenza, ha affermato: “Sono soddisfatto per la conclusione di una vicenda che mi ha distrutto dal punto di vista professionale, personale ed economico”.

Related posts