Tutte 728×90
Tutte 728×90

Panchine roventi in LP2-C

Panchine roventi in LP2-C

Salta la terza panchina nel girone C. A Barletta esonerato Chiricallo e si dimette anche il direttore sportivo. Per Palumbo e Maurizi fiducia a tempo da parte del Melfi e della Scafatese.  

chiricallo.jpgE fanno tre. Sulla scia dell’Aversa e del Cassino ecco giungere il Barletta che ha dato benservito al proprio allenatore. Con una nota la società pugliese ha comunicato l’esonero di Marcello Chiricallo dall’incarico di allenatore della prima squadra. “A mister Chiricallo – riporta il comunicato – vanno i ringraziamenti della società biancorossa per la professionalità dimostrata in questi anni e per le sue innate doti umane. A lui il sodalizio augura un futuro ricco di successi, sia in campo professionale, sia nella vita privata. Insieme al tecnico barese va via anche l’allenatore in Seconda Paolo Gusmai, al quale il sodalizio, nel ringraziarlo per l’impegno profuso durante la copertura dell’incarico assegnatogli, augura le migliori fortune in ambito professionale ed umano”. Nelle prossime ore sarà reso noto il nome del tecnico destinato ad assumere la guida della squadra biancorossa.
Intanto, anche Francesco Sgrona ha rassegnato le dimissioni irrevocabili dall’incarico di Direttore Sportivo.  La società biancorossa, nel prendere atto della decisione assunta da Sgrona, lo ringrazia per l’opera professionale prestata al servizio del sodalizio biancorosso.
MELFI. Non è in discussone la posizione di Pino Palumbo sulla panchina del Melfi. Il tecnico gialloverde gode della massima fiducia da parte della società, che ha dichiarato di non essere affatto intenzionata a sollevarlo dall’incarico. Del resto, anche in occasione della sconfitta interna con il Catanzaro, la squadra non aveva affatto sfigurato, incassando un ko immeritato. Tuttavia la vittoria in campionato manca da ben sette giornate, durante le quali i lucani hanno totalizzato tre pareggi e quattro insuccessi.
SCAFATESE. Potrebbe costare cara ad Agenore Maurizi la battuta d’arresto rimediata domenica a Cassino. Questa sconfitta, infatti, è la quarta consecutiva per la Scafatese, sesta se si considerano le ultime sette gare disputate. Ecco spiegato il motivo per cui la panchina del tecnico di Colleferro traballa, anche se sembra probabile che il futuro di Maurizi venga deciso dopo il derby casalingo di domenica prossima contro l’Aversa Normanna. Come successore si fa il nome di Salavatore Di Somma. (c.c.)

Related posts