Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza-Monopoli: le pagelle di Alessandro Renzetti

Cosenza-Monopoli: le pagelle di Alessandro Renzetti

Bene Parisi che oltre al gol ha ritrovato quel ruolo capace di renderlo insuperabile. Deludono Spinelli e Galantucci. Cantoro entra e non incide.

festa_cosenza.jpgUn buon Cosenza capace di dare ritmo alla gara sin dalle prime battute. Meglio nella prima frazione che nella ripresa la squadra di Toscano. Tra i migliori in campo il capitano, Aniello Parisi. Al di là del gol che ha ristabilito la parità, il giocatore ha ritrovato quel ruolo che gli permette di dare maggiori garanzie. Discreto il rientro di Occhiuzzi che ha sofferto nella ripresa i tanti giorni di stop dovuti all’infortunio. Per quanto riguarda i giocatori subentrati il migliore è stato De Miglio. Cantoro e Profeta non sono riusciti ad incidere. Soprattutto il centrocampista non è riuscito ad essere lucido in fase di impostazione.
AMBROSI: voto 6. Non corre grandi pericoli. In occasione del pallonetto di Ceccarelli è un po’ fuori dai pali. Ma più che un errore del portiere è un gran gol dell’attaccante del Monopoli.
BERNARDI: voto 6. Spinge spesso e volentieri a testimonianza che sta tornando il Bernardi che tanto bene ha fatto nella passata stagione.
MUSACCO: voto 6. Tanta corsa e spirito di sacrificio. Si proietta sempre a sostegno della fase offensiva e si dimostra attento in fase di copertura.
PARISI: voto 6,5. Un gol da attaccante d’area di rigore. Ritorna centrale difensivo e si nota.
BRACA: voto 6. Pecca soltanto alla fine quando invece di concludere a rete prova un timido cross preda del portiere. In fase difensiva una roccia.
DE ROSE: voto 6,5. E’ la diga del Cosenza. Ruba palloni e imposta. Fa il suo e il lavoro degli altri.
SPINELLI: voto 5,5. A stento riesce a dare geometrie alla squadra. Non è in giornata. Ad accorgersene è stato anche Toscano.
OCCHIUZZI: voto 5,5. Buon primo tempo. Cala vistosamente nella ripresa ma questo è dovuto ad una precaria condizione atletica a causa di un noioso infortunio che lo ha tenuto fuori per diverso tempo.
CATANIA: voto 6. Più propositivo nella ripresa. Sembra troppo innamorato del pallone. E’ una pecca per un giocatore che ha dei numeri da serie superiore.
POLANI: voto 6,5. Si danna l’anima per tutta la partita. Porta la croce da solo lì davanti. La fortuna non lo supporta e il palo è la logica conseguenza.
GALANTUCCI: voto 5,5. Sotto tono. Non è l’attaccante spietato delle prime giornate. La speranza è che si stia conservando i gol per il derby.

ALL. TOSCANO: voto 6
. Il suo Cosenza gioca al cospetto di un cliente scomodo come il Monopoli. Purtroppo la fortuna, questa volta, gli volta le spalle (il palo di Polani).

Subentrati
:
DE MIGLIO: voto 6. Entra subito in partita e fa capire di essere in forma.
PROFETA: voto 5,5. Non riesce a dettare i tempi del gioco. Sbaglia tanti passaggi, anche quelli facili.
CANTORO: voto 5,5. Tocca una miseria di palloni. Sul palo di Polani dov’era?


CHI E’ ALESSANDRO RENZETTI

Alessandro Renzetti nasce a Grosseto il 21 febbraio del 1955. Centrocampista di indubbie qualità tecniche (specialista dei calci di punizione) esordisce con la maglia del Cosenza il 28-9-1980 in Cosenza-Giulianova 2-2. Con la maglia rossoblù colleziona 110 presenze (99 in campionato e 11 in Coppa Italia) con 12 reti (10 in campionato e 2 in Coppa Italia). Opinionista di Radio Libera Bisignano.

RENZETTI Alessandro
Grosseto – 21.02.1955
Centrocampista – m. 1.77; kg. 76
Prov. dal Messina; poi dal Potenza
Esordio: 28.09.80 Cosenza-Giulianova 2-2

Campionato Serie Presenze  Reti
  1980-81     C1        19         1 (1)
  1981-82     C2        28         4
  1982-83     C1        23         4 (1)
  1983-84     C1        29         1
 Totale             –             99            10 (2)

Coppa Italia Serie Presenze  Reti
  1980-81      C          1         –
  1981-82      C          4       1 (1)
  1983-84      A-B-C    6       1 (1)
   Totale             –             11       2 (2)

Related posts