Tutte 728×90
Tutte 728×90

Perugini: “Il derby a porte aperte sia all’andata che al ritorno”

Perugini: “Il derby a porte aperte sia all’andata che al ritorno”

Il primo cittadino di Cosenza risponde a Soluri e Olivo, rispettivamente dirigente e sindaco di Catanzaro, accogliendo l’invito a far disputare il derby a porte aperte: “Ci dovrà essere, però, reciprocità”.

il_sindaco_di_cosenza_salvatore_perugini.jpgNonostante manchino due settimane al derby con il Catanzaro, la partita è già iniziata sul piano istituzionale. Dopo l’appello del presidente dell’Ordine dei Giornalisti, e dirigete della società giallorossa, Pino Soluri, si registrano gli interventi del Sindaco di Catanzaro e di quello di Cosenza. Prima dell’incontro con il Monopoli, in tribuna abbiamo assistito ad una informale conversazione fra il presidente Paletta ed il primo cittadino cosentino. Il patron rossoblù chiedeva lumi al sindaco Perugini circa la sua nota di risposta a quella del collega catanzarese, invitandolo a chiedere una reciprocità di trattamento per entrambe le tifoserie. Al termine abbiamo avvicinato il Sindaco e raccolto questa sua dichiarazione.
“Sicuramente lo sport è un veicolo di valori importanti come correttezza, lealtà, passione ma anche la sicurezza. Oggi non è più il momento dei municipalismi e bisogna superare i campanili. Possiamo concordare sulla proposta che arriva da Catanzaro, tra l’altro noi abbiamo uno stadio perfettamente a norma e fra i più sicuri del mezzogiorno, per cui se si ha voglia, le autorità competenti alla tutela dell’ordine pubblico, possono indire un incontro istituzionale aperto alle società sportive per trovare un’intesa che deve riguardare non solo l’incontro del San Vito, ma anche quello che si disputerà al Ceravolo. Per cui mi auguro che tutto possa svolgersi nel migliore dei modi e con la massima partecipazione”.
Peò bisogna fare i conti con l’oste, che in questo caso sono i tifosi, che probabilmente non vogliono superare lo scoglio della rivalità.
“Si può essere contrapposti ed è giusto che lo sia come da tradizione. Ma sarebbe bello vedere uno stadio gremito da entrambe le tifoserie che civilmente inneggiano alle loro squadre”. (Eliseno Sposato)

Related posts