Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cassino feudo rossoblù. Sulla strada dei silani quattro ex prima del derby

L’allenatore Patania, il giocatore Pippa, il team manager Caligiuri e il preparatore dei portieri Guido. Tanti ex rossoblu nel Cassino. E il Cosenza chiede strada.

patania-pal1.jpgCassino-Cosenza sarebbe una gara come tante altre se non fosse che nella compagine laziale lavorano quattro ex rossoblù. Iniziamo da chi sarà in campo, vale a dire Andrea Pippa. Il giovane esterno è nato nelle giovanili del Cosenza e nella sua carriera va segnalata anche una presenza in serie B proprio con il club silano. Era il 7 giugno del 2003 quando l’allenatore Sala lanciò il giovane terzino sinistro (nato a Battipaglia nel 1985). Fu nella “tragica” stagione che Pippa fece il suo esordio. A Genova, ultima gara in cadetteria, si affrontarono Genoa e Cosenza consapevoli di essere ormai retrocesse in serie C (il Genoa fu poi ripescato, il Cosenza estromesso dai campionati). I silani scesero in campo con la seguente formazione: Srnicek (1′ st Occhiuzzi), Scarnato (32′ st Cicchelli), Oshadogan, Sabato, Pippa, Tedoldi, Casale, Luciani, Antonelli, Guidoni, Piemontese (11′ st Gallo). In panchina: Spinelli, D’Angelo. Allenatore: Sala. Il 3-0 finale non fece testo. In quell’occasione da segnalare la presenza di circa 30.000 spettatori al “Ferrarsi” nella giornata dell’orgoglio rossoblù. Ma torniamo a noi. Oltre a Pippa troveremo altri tre ex: Enzo Patania (allenatore), Eugenio Caligiuri (team manager) e Maurizio Guido (preparatore dei portieri). Tre figure importanti per un campionato di Seconda Divisione. Tutti e tre giunti nelle ultime settimane, alla vigilia proprio del match contro il loro amato Cosenza. In questi giorni la Gazzetta del Sud li ha intervistati. Loro, orgogliosi del momento che vive la squadra silana, hanno sottolineato in coro: “Questo Cosenza è da promozione”. Ma in questi casi vige il detto: fidarsi è bene, non fidarsi è meglio. Ad una settimana dal derby contro il Catanzaro è importante trovare continuità e mantenere il primo posto. Per farlo, e Toscano lo sa, servono i tre punti. (c.c.)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it