Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cassino-Cosenza (0-2): il blitz è firmato da Danti e Cantoro

Dopo cinque minuti di recupero il signor Ferraioli fischia la fine. Il Cosenza ritrova i tre punti ma sopratutto il bel gioco. Grande prova degli uomini di Toscano.

tifosi_cosenza_a_cassino.jpgLa vittoria più bella per la truppa di Toscano, che trova a Cassino, nel big match della quattordicesima giornata la miglior prestazione del suo campionato. Prestazione impeccabile della difesa e partita perfetta per Catania che firma gli assist delle reti di Danti e Cantoro. 
CRONACA.Calcio d’inizio affidato al Cosenza che manovra a centrocampo e inizia ad attaccare spinto dai cori dei 500 tifosi giunti dalla Calabria. Al 2′ Danti dribbla Di Nunzio e viene falciato quasi in area di rigore. Tutto regolare per Ferraioli. Al 5′ da un fallo di Braca nasce una buona occasione per i locali che non riescono a insaccare in rete il pallone spedito in area da Giannusa. Il Cosenza non sta a guardare e risponde prima con Braca che su punizione coglie la barriera ed un minuto dopo con Danti che semina due avversari ma conclude di poco a lato. Al 22′ grosso pericolo per il Cosenza. Molinaro con un passaggio filtrante dal centrocampo pesca Leccese smarcato davanti ad Ambrosi. La punta del Cassino conclude di prima intenzione ma l’estremo difensore rossoblù compie un vero e proprio miracolo deviando la sfera in corner. Tre minuti dopo il Cosenza spreca una occasione clamorosa. Polani solo davanti al portiere attende il rientro del difensore avversario, lo dribbla e a porta praticamente vuota calcia incredibilmente alto sulla traversa. Poco dopo ancora l’attaccante rossoblù sfrutta un’errore dell’ex Guzzo, intercetta palla e calcia di prima intenzione sfiorando il montante destro della porta difesa da Mennella. Il Cosenza gioca meglio e dopo un paio di occasioni sprecate passa finalmente in vantaggio. La rete nasce da una splendida triangolazione fra Catania e Danti con quest’ultimo che con un delizioso tocco di piatto sinistro trafigge imparabilmente l’estremo avversario. Il furetto di San Giovanni in Fiore al momento è il migliore in campo. I rossoblu dominano in lungo e in largo mettendo in difficoltà i cassinati, costretti a restare nella propria metà campo. Al 46′ da un taglio di Spinelli nasce una buona opportunità per Polani che per un soffio manca la deviazione vincente. Poco prima del fischio finale arriva però una brutta notiza per i rossoblu. Spinelli commette un fallo ingenuo a centrocampo e prende il cartellino giallo. Il centrocampista di Toscano sarà costretto a fare da spettatore al derby. Secondo tempo: Le squadre escono dal tunnel degli spogliatoi senza subire variazioni. Mister Patania sposta il bomber Cunzi sulla sinistra ma il Cosenza amministra bene senza subire le iniziative degli azzurri. Il Cassino al 7′ si rende pericoloso
con Cunzi che entra in area e viene contrastato regolarmente da Bernardi. L’attaccante laziale cade ma l’arbitro punisce la sua simulazione con il giallo. Sale la pressione del Cassino che con Leccese prima e Lucano poi, prova ad impensierire Ambrosi. Al 18′ però è il Cosenza a sfiroare la rete del raddoppio. Bernardi corre sull’out sinistro e mette ine mezzo per Polani che di testa offre l’ennesima, preziosa sponda a Danti. L’autore del gol conclude a botta sicura per due volte ma trova il portiere avversario attento. Al 23′ Catania, imprendibile sulla sinistra, guadagna una interessante punizione. Occhiuzzi va per la battuta ma colpisce la barriera. Due minuti dopo, Patania sostituisce Maisto con Barchiesi, mentre Toscano butta nella mischia Cantoro al posto dell’esausto polani. Buona la sua prova. Al 27′ ennesima iniziativa di cunzi che libera Lucano ma il suo tiro è debole fra le braccia di Ambrosi. Al 32′ il Cosenza fallisce la migliore occasione del secondo tempo. Occhiuzzi trova un taglio delizioso per Catania che libera in area Cantoro ma “el puntero” da due passi spedisce alto sulla traversa. Al 35′ De Miglio colpisce ingenuamente il pallone di mano. L’arbitro tira fuori il secondo giallo e il Cosenza resta in dieci. Patania sostituisce Barchesi inserendo la quarta punta, Bardeggia. Toscano si cautela inserendo Musacco per Danti. Al 43′ Cassino pericoloso Leccese che colpisce di testa sugli sviluppi di una punizione battuta da Cunzi. I laziali attaccano ma si scoprono al contropiede rossoblu. Al 46′ Catania pesca Cantoro con un preciso taglio. L’argentino sgomita col diretto avversario e trova la rete della liberazione. Due a zero e partita chiusa. I tifosi con i loro cori pensano già al derby di domenica prossima. Al 50′ il signor Ferraioli col triplice fischio sancisce la vittoria della truppa di Toscano, che con una prova davvero convincente porta a casa altri tre punti pesanti e vince il primo match contro una diretta concorrente. Applausi dei 500 supporters rossoblu e dei correttissimi tifosi laziali.   (Francesco Palermo)
                  Queste le formazioni:
CASSINO (4-4-2): Mennella, Di Nunzio, Pippa (9st’ Lucano), Mucciarelli, Maisto (24’st Barchiesi, 35’st Bardeggia), Guzzo, Casoli, Giannusa, Leccese, Cunzi, Molinaro. A disposizione: Afeltra, Padovani, Lepre, Marziale, Barchiesi, Bardeggia, Lucano. All: Patania
COSENZA (4-2-3-1): Ambrosi, Bernardi, De Miglio, Parisi, De Rose (42’stCarli), Braca, Occhiuzzi, Spinelli, Polani (25’st Cantoro), Danti, Catania. A disp.: Guizzetti, Morelli, Moschella, Profeta, Musacco, Carli, Camtoro. All: Toscano
ARBITRO: Ferraioli di Nocera
MARCATORI: 37′ Danti, 46’st Cantoro
NOTE: Giornata fredda nuvolosa, terreno di gioco in discrete condizioni. Presenti circa 2500 spettatori di cui 500 provenienti da Cosenza. Osservato un minuto di raccoglimento in ricordo di Bruno Di Carlo, zio di Mister Domenico Di Carlo ed ex bandiera della squadra laziale. Amm: De Miglio, Spinelli (Cos), Cunzi, Di Nunzio (Cas) Esp: De Miglio per doppia ammonizione. Angoli: 2-2 Recupero pt 3′, st 5′

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it