Tutte 728×90
Tutte 728×90

FIPAV, Elezioni nazionali. La Calabria voterà per Pippo Callipo

Il Consiglio Regionale Fipav calabrese, fresco di nomina, ed il suo presidente (Carmelo Sestito) riconfermato, compiono il loro primo passo politico ufficiale.

E’ di pochi minuti fa il primo comunicato stampa (escludendo quello che annunciava l’esito del voto) di questo quadriennio. Il suo contenuto ha un grande valore politico proprio in vista dell’elezione, il 7 dicembre prossimo, del nuovo presidente della Federazione (unico candidato, il presidente uscente Carlo Magri) e dei dodici Consiglieri federali.
C’è da premettere che, per ora, il nuovo Consiglio regionale calabrese non si è “ufficialmente” riunito, perché pare ci sia bisogno di una ratifica da parte della Federazione. Quello che però è già certo è che uno dei neo-consiglieri, il notaio Amato, ha rinunciato alla propria nomina.
Ricordiamo che Amato, pur essendo inserito nella “cordata” dell’altro candidato alla presidenza (l’ex arbitro internazionale Marcello Cammera), era riuscito ad entrare nel gruppo dei sei consiglieri in virtù della stima che da anni ha saputo creare intorno a sé nel mondo del volley anche oltre i confini della Calabria. Forse, in altre situazioni, avrebbe potuto anche godere di un successo elettorale maggiore, ma questo non è il contesto per “pesare” i fattori che potrebbero averlo danneggiato.
Resta il fatto che, in tempi non sospetti, su queste stesse pagine avevamo espresso i nostri dubbi sul fatto che un professionista oberato di impegni potesse poi sobbarcarsi anche le riunioni del Consiglio regionale. Consentiteci di esprimere qualche perplessità, inoltre, sul reale candore di chi, prima delle elezioni, promuoveva questa candidatura non solo per la sua alta qualità, ma anche per un eventuale contributo operativo.
Con le dimissioni del notaio, comunque, il primo dei non eletti che dovrebbe subentrare è ancora uno dei candidati della lista di Cammera. Si tratta di un altro nome noto e stimato: Emilio “Mimmo” Bruni, dirigente lametino sulle cui spalle si è retta la sopravvivenza stessa della blasonata squadra gialloblu. Anche nel suo caso, il condizionale è d’obbligo: “dovrebbe” accettare la nomina. Sicuramente, a parte quello che Bruni deciderà, il suo contributo sarebbe prezioso per il nuovo Consiglio: non si tratterebbe di lavorare con cinque “nemici”, ma con cinque persone che hanno comunque a cuore le sorti del volley calabrese.
Chiudiamo questa lunga premessa e torniamo al comunicato stampa.
Esso non dice, in sostanza, che sia “la Calabria” ad appoggiare Callipo, ma lo fa la Calabria uscita vincente dall’Assemblea elettiva. Detto in soldoni, il risultato del successo del presidente vibonese non dipenderebbe dai 700 e passa voti che “tutta” la Calabria potrebbe concedergli, ma un appoggio alla sua candidatura e non a quella, facciamo un nome, del potente Consigliere uscente Renato Arena, sarebbe un segnale che “Roma” gradirebbe particolarmente, in questa fase molto importante della vita federale in vista dei Mondiali 2010.
Probabilmente, il consigliere uscente Arena, con gesto di grande impatto, potrebbe rinunciare alla candidatura. Ciò avrebbe due effetti: uno, a livello nazionale, perché gli darebbe modo di uscire a testa alta da questo “muro contro muro” con gli alti vertici federali; l’altro, a livello regionale, sarebbe importante per far capire a Magri ed al futuro Consiglio in che percentuale la Calabria è politicamente vicina a Roma. (Sergio Lionetti)

—————————————————————————–

Ecco, per esteso, il Comunicato Ufficiale della Fipav Calabria:

Tutti per Callipo

Alle elezioni del prossimo 7 dicembre, per il consiglio nazionale Fipav, Filippo Callipo sarà uno dei 18 aspiranti consiglieri. Il movimento pallavolistico regionale è in fermento. Se venisse eletto, sarebbe la prima volta in assoluto di un calabrese nel Palazzo del volley

La Calabria del volley tifa Callipo. Attenzione però, stavolta il riferimento non è alla squadra che regge alto il vessillo della nostra regione nella massima serie, bensì al suo presidente Filippo Callipo. L’occasione per sostenerlo è data dalla candidatura dell’imprenditore vibonese alla carica di consigliere, alle imminenti elezioni per il rinnovo del consiglio federale Fipav. Location del suffragio, fissato per domenica 7 dicembre, sarà il Centro congressi Europeo di Bellaria Igea Marina – in provincia di Rimini – dove si terrà la 40esima assemblea nazionale della Federazione Italiana Pallavolo. A fine giornata verranno fuori dalle urne i risultati che determineranno il nuovo team del massimo organo federale, team che reggerà la politica nazionale del volley nel quadriennio olimpico 2009/2012.
Da più di qualche anno impegnato nell’elite della pallavolo, come patron dell’omonima squadra, Filippo Callipo – insieme ad altri 17 antagonisti – aspira a uno dei 12 posti disponibili per entrare nell’organico dei consiglieri federali e nella storia della pallavolo calabrese. Per la nostra regione, quella di avere un proprio rappresentante in seno al consiglio federale, sarebbe una prima volta assoluta. Tutta la Calabria del volley e il neo riconfermato presidente regionale Fipav Carmelo Sestito, unitamente al suo staff dirigenziale, si schierano senza dubbio con l’imprenditore calabrese, appoggiandolo e sostenendolo in questa sua corsa verso un posto nel consiglio nazionale Fipav. A Filippo Callipo andranno tutti i voti di chi ha appoggiato la riconferma di questo Comitato regionale, nella certezza assoluta della sua capacità di rappresentare più che degnamente la sua terra e di contribuire alla crescita della pallavolo italiana.
Per tutti questi motivi auguriamo a Filippo Callipo… un grandissimo in bocca al tonno!


Related posts