Tutte 728×90
Tutte 728×90

Parisi: “Per molti è come la Champions”

Il capitano parla del derby e ricorda il primo giorno in cui arrivò a Cosenza. Sul match di lunedì dà ragione a Toscano: “In campo calciatori, non tifosi”.

parisi_in_sala_stampa.jpgIl capitano fu catapultato a Cosenza in un giorno particolare. Era il giorno dell’ultima volta che il Catanzaro fu di scena al San Vito, nel novembre 1997. “La partita era valida per la Coppa Italia di serie C, ma l’ambienta era bello e caricato. Questa sfida non è paragonabile a quella con la Reggina”. Parisi non ha dubbi che quella di lunedì sarà per molti una data particolare. “Noi non siamo claciatori di serie A e match di questa intensità non ne giochiamo praticamente mai. Un derby del genere può dare l’impressione di essere sotto i riflettori della Champions e i tanti ragazzi che abbiamo in squadra voglio che ascoltino le parole di chi, come me, ha qualche anno in più”. Toscano iri ha ammesso di avere un po’ timoro del comportamento in campo dei cosentini che sentono l’Immacolata come qualcosa di vitale. “Devono scendere in campo nei panni di calciatori. Non accetterò altri comportamenti. Mentalmente dovremo essere distaccati e non correre a vuoto. L’importante è pensare al campionato e non alla gara in sè. Il Catanzaro sta facendo benissimo e i numeri parlano da soli. Non hanno mai perso ed hanno il migliore attacco del girone: là dietro avremo il nostro bel da fare”. L’occasione è di quelle ghiotte. “Dobbiamo sfruttarla. Andare a più cinque da loro significherebbe essere quasi campioni d’inverno”. Vero, ma alla città interessa soprattutto essere primi in Calabria, ovvero vincere il derby. (lui.bra.)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it