Tutte 728×90
Tutte 728×90

Occhiuzzi: “Finalmente il derby”

Occhiuzzi: “Finalmente il derby”

L’esterno, ieri a riposo a scopo precauzionale, non vede l’ora di scendere in campo: “E’ da quando indosso questa maglia che aspetto di giocare questa partita”.

occhiuzzi.jpgBasta guardarlo in faccia per capire quanto ci tiene a questa partita. E’ concentrato più che mai Roberto Occhiuzzi a tre giorni dal derby. La prima cosa che sottolinea è che “la squadra con estrema professionalità si sta allenando e si sta preparando nel migliore dei modi a questa partita”. Poi, sull’assenza nell’allenamento di ieri tiene a sottolineare. “E’ stato solo a scopo precauzionale”. Nel proiettarsi subito al derby Occhiuzzi precisa. “Voglio raccontarvi una cosa. Tornato da Cassino, domenica scorsa, ho trovato sotto casa una ventina di persone. Il motivo? Beh, direi che ovvio. L’importanza di questo derby la sappiamo tutti. Posso dire che noi andremo in campo per vincere e per regalare un’altra gioia ai nostri tifosi”. Poi, una raccomandazione. “Cerchiamo di placare un po’ gli animi. Lunedì deve essere una giornata di sport. Bisogna giocare senza esasperazione. Con la giusta intensità ma anche con la giusta intelligenza”. Basta guardare gli occhi dell’esterno e capire quanto sia alta la concentrazione per un derby che ritorna a distanza di 19 anni. “E’ bello essere protagonisti in queste partite. E’ da quando indosso questa maglia che aspetto di giocare il derby contro il Catanzaro”. Occhiuzzi, infatti, ha già affrontato i giallorossi ma mai con la maglia rossoblù. “Purtroppo è così. Ho giocato contro il Catanzaro quand’ero a Rende, anche a Gela a dire la verità. Ora, però, è tutto diverso”. Il centrocampista è stato designato da Aita come suo erede. “Ringrazio Alberto. Cosa dire…aspettiamo e vediamo cosa accade”. E quando qualcuno gli chiede come lo immagina un eventuale gol, lunedì prossimo, Roberto alza gli occhi al cielo e precisa. “Non lo so. Dico solo che è un sogno al momento. Di certo non aspettatevi esultanze preparate ad arte. Siamo istintivi. Eventualmente qualcosa ce la inventeremo”. E sulla tifoseria che è in fermento. “E’ incredibile. Posso assicurarvi che non c’è uno a Cosenza e in provincia che non parli del derby di lunedì. C’è un’attesa spasmodica”. Lui è un ex ma non ama ricordarlo. “Quando? Non ricordo…Mah speriamo che…!” (c.c.)

Related posts