Tutte 728×90
Tutte 728×90

Toscano: “Ai punti avremmo vinto noi”

Toscano: “Ai punti avremmo vinto noi”

Il tecnico sul derby: “Voglio elogiare la prova dei miei e il sostegno che una tifoseria da brividi ci ha dato per tutto il corso del match”.

toscano_dopo_cosenza-catanzaro.jpg“Non posso imputare nulla ai miei ragazzi – esordisce così Mimmo Toscano in sala stampa al termine del derby, e continua -. Abbiamo creato cinque occasioni da rete contro un buon Catanzaro e la mia squadra ha fatto il possibile per regalare a questo meraviglioso pubblico i tre punti. L’unico neo è stata la troppa frenesia in diverse occasioni nelle quali avremmo potuto gestire meglio palla e allargare il gioco, ma era una partita comunque troppo importante e non è stato sempre facile mantenere la giusta lucidità”. Il trainer rossoblu commenta con un pizzico di amarezza anche le scelte di un arbitro non apparso del tutto all’altezza di un incontro così sentito. “Anche lui era sotto pressione, forse le parole di Collina, che ieri sera ha dichiarato di voler vedere il match in tv, lo hanno condizionato e in occasione dei cartellini sventolati con troppa fretta durante la prima fase di gara è sembrato quantomeno affrettato. Per il tecnico reggino è obbligatorio spendere una parola anche sulla meravigliosa cornice di pubblico che ha infiammato e colorato il match. “Sono poche le parole per descrivere ciò che abbiamo vissuto oggi. La tifoseria e la città hanno nuovamente confermato la loro passione e l’attaccamento a questi colori, confermando che a Cosenza il calcio è finalmente tornato”. Messo alle spalle il derby la squadra dovrà affrontare altre due partite prima del giro di boa, a Melfi in trasferta e contro il Pescina fra le mura amiche e Toscano carica ancora la squadra con l’augurio di laurearsi campione d’inverno. “Oggi abbiamo avuto la dimostrazione lampante che questa squadra può fare davvero bene, perché non concedere nulla al Catanzaro non è da tutti. Dobbiamo affrontare i prossimi impegni con la stessa concentrazione avuta oggi e chiudere il girone d’andata in testa, per affrontare il resto del torneo con la tranquillità che solo chi è in testa alla classifica può avere”. (Francesco Palermo)

Related posts