Tutte 728×90
Tutte 728×90

Fabio: “Avrei voluto segnare e vincere il derby”

Il centrocampista rammaricato per il mancato successo sulla squadra giallorossa. Ora si guarda a Melfi: “Spero di scendere ancora in campo da titolare”

fabio_esulta_sotto_la_sud.jpgE’ uno di quelli che, per l’abbondanza di centrocampisti centrali, era stato messo un po’ in naftalina da mister Toscano. Eppure Domenico Fabio, lunedì nel corso del derby, ha dimostrato di essere in grado di far parte di una squadra che da inizio campionato è in testa alla classifica. L’anno da protagonista in serie D lo ha fatto maturare molto. Sembra più sicuro di se e lunedì l’ha dimostrato limitando le giocate di uno forte come Caputo. “Sì, il mister mi ha chiesto di stare un po’ più coperto di Ciccio (De Rose ndr) proprio per cercare di limitare Caputo nelle sue giocate, perchè è uno che spesso si colloca tra le due linee per prendere palla. Penso di esserci riuscito. Abbiamo giocato il modulo dell’anno scorso. Un modulo di gioco che io e De Rose conosciamo benissimo così come Danti. Insomma eravamo di nuovo tre under in campo, ma penso che ce la siamo cavata molto bene”. Per tutta la settimana pre-derby, in molti si auguravano proprio un gol di Fabio, essendo lui catanzarese di nascita. “Avrei voluto far gol davvero. Magari il gol vittoria. Sarebbe stata una grande gioia per me, per la squadra e per l’intera tifoseria che lunedì ha fatto qualcosa di straordinario con quella coreografia. Uno spettacolo incredibile”.  In estate Fabio era in procinto di passare al Crotone in C1 poi non se ne fece nulla. “Ero stato contattato dal Crotone, poi però la non chiarezza della regola degli under ha fatto si che restassi a Cosenza. Ho giocato poco ma penso che ho sempre dato dimostrazione di professionalità. Mi sono sempre allenato al massimo”. Su questo nei giorni scorsi non ha avuto nulla da obiettare lo stesso Toscano che più volte ha elogiato il centrocampista centrale. Adesso arriva la trasferta di Melfi, e Fabio si prenota per una maglia da titolare. “Spero di trovare continuità, ma se così non fosse darò sempre il massimo per cercare di essere comunque importante per l’obiettivo finale della squadra. Siamo un grande gruppo e ognuno gioca anche per i compagni. In partita e in allenamento”. (Daniele Mari)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it