Tutte 728×90
Tutte 728×90

Volley A1m. Dodicesima giornata. Vibo batte l’Antonveneta Padova al “tie break”

La domanda del giorno è: riuscirà la Tonno Callipo a fare il colpaccio?

Non ci riferiamo al fatto di battere Padova, ultima in classifica, ma al fatto che, in casa, Vibo non riesce a farci vedere tutte le belle cose che riesce più volte a far vedere quando gioca in trasferta.
Tutto pronto, al palasport di Vibo: mancano meno di tre minuti e le tribune sono già piene di striscioni giallorossi.
Vi racconteremo in diretta, durante ciascun set, cosa succederà oggi.
(Sergio Lionetti)
Le formazioni in campo:
Tonno Callipo: Raphael in regia, “Vincenzo” Simeonov opposto, ricettori Diaz e Sammuelvo, Shumov e Cozzi al centro, Fosco Cicola è il libero.
Padova: Mattera in palleggio, in diagonale con Perazzolo, Gato e Kromm sono i ricettori, De Togni e Kral i centrali, Garghella il libero.
Ad arbitrare sono due “internazionali”: Locatelli di trento e Barbero di Genova

Primo set:
Ancora problemi in ricezione e Simeonov fermo ad un solo punto (un ace). Padova avanti: 8-7 e poi 16-13
Entra Sammuelvo su Contreras. Vibo recupera a -1: sul 17-18 time out di Padova. Aggancio con Cozzi sul 18 pari.
Break di padova, che si porta avanti (20-22 il time out di Vibo), ma un grande Shumov regala prima l’aggancio sul 23-23 e poi il primo set ball al Tonno callipo, sul 24-23.
Da ora si va punto a punto, con Diaz sempre micidiale in attacco (7su 10 per lui) e con il risveglio di Simeonov, che ancora aveva un mortificante zero su cinque. Tre attacchi vincenti per lui tengono in gioco Vibo, che con Diaz chiude sul 29-27 in 36′.
Secondo set:
Dopo un inizio equilibrato, avanti Padova: 8-6 e poi 13-7,  grazie a tre ace di perazzolo: due su diaz (sostituito da Ferraro) ed uno su Sammuelvo.
Secondo time out tecnico: 16-9 per Padova, che sbaglia molto meno dei calabresi.
Il volto del set non cambia: la battuta dei veneti è una spina nel fianco della Callipo ed a nulla valgono i cambi di Gulinelli: Ferraro (su Diaz), Contreras e di nuovo Sammuelvo in campo, ma padova non molla: 25-15 il punteggio del secondo parziale in 20′.
Terzo set:
Sembra una fotocopia del secondo set. Vedremo. Al primo time out tecnico, 8-6 per Padova, che poi costringe (8-11) al time out il tecnico dei calabresi.
Qualche apparente segno di risveglio, ma Padova è avanti anche al secondo T.O. tecnico: 16-11
Ancora Padova comanda, senza strafare: 19-15. Sul 18-22, Vibo fa un break di 3-0: 21-22 e time out Padova.
Ma non finisce mica qui. I calabresi si sicordano di quanto successo nel primo set e continuano nella rimonta. Un muro di Shumov ed un altro di Simeonov portano al 23 pari e poi al 24-23 per i padroni di casa.
Simeonov tira un po’ le orecchie ai tifosi, esortandoli a farsi sentire. Il pubblico risponde e pure i giocatori. Così, anche stavolta, è Simeonov a dare la carica: è suo il muro del 26-24 in 30′.
Quarto set: Punto a punto fino al 5 pari, poi Vibo, per la prima volta, arriva in vantaggio al time out tecnico: 8-6. Cozzi e Diaz (in attacco!) in evidenza.
Ancora Tonno Callipo avanti. prima costringe al time out Pdova (13-109, poi arriva in vantaggio anche al secondo TO tecnico: 16-13.
Padova non ci sta! ecco la rimonta che non ti aspetti, con aggancio sul 20 pari.
Poi, punto a punto, con Raymaekers (entrato a metà set) che ottiene il muro del 24-23. Poi Vibo non riesce nel terzo “miracolo” e Padova si porta sul due set pari.
La parola al tie break.
Quinto set:
Vibo avanti: 7-5 e time out del Padova. Al cambio di campo, Tonno callipo con un punto solo di vantaggio: 8-7. Da quel momento in poi, però, la marcia dei vibonesi è sempre più sicura.
Ma il grande protagomista del finale di gara, con un “mostruoso” 6 su 6 in attacco, è di Vincenzo Simeonov, grande trascinatore di se stesso e della squadra quando il suo talento non lo tradisce.
Non a caso, il suo palleggiatore gli regala l’onore dei riflettori, affinadando proprio alla sua mano pesante il primo dei match-ball, che lui non spreca: 15-11 il punteggio finale del quinto set, che dura 17 minuti.
Una vittoria per tre set a due che ha un sapore un po’ strano: si poteva fare di più, ma quel brutto secondo set ha pesato troppo.
Ecco lo score dei singoli atleti:
Vibo:
Raphael: 3 punti
Simeonov 23
Diaz 23
Contreras 2
Sammuelvo 8
Shumov 11
Cozzi 11

Padova:
Mattera 3
Perazzolo 14
Gato 18
Kromm 24
Kral 7
De Togni 7
Raymaekers 3

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it