Tutte 728×90
Tutte 728×90

Mercato: Marasco ritorna all’Aversa. Rigoli e Palumbo alla Nocerina

Mercato: Marasco ritorna all’Aversa. Rigoli e Palumbo alla Nocerina

Molto attive le squadre campane. Soprattutto la Nocerina piazza colpi importanti. E il presidente dei molossi è alla ricerca di un direttore sportivo (Mirabelli?).

palumbo.gifL’Aversa Normanna ha ufficializzato il ritorno in maglia granata del centrocampista Antonio Marasco (38) e del difensore centrale Gaetano Avolio (26). Entrambi hanno militato in questi mesi in compagini di serie D: il primo con il Pianura, il secondo con l’Angolana.
Diego Canali (20) saluta il Gela e si accasa all’Angolana, squadra partecipante al campionato di serie D. L’attaccante argentino ex Boca Juniors si trasferisce in Abruzzo con la formula del prestito. Potrebbe rescindere a breve con l’Isola Liri, Antonio La Cava (29), centrocampista ex Taranto, Andria e Catania. Il giocatore fa parte di una nutrita lista di elementi, fedeli all’ex tecnico Ferazzoli, che avrebbero chiesto di cambiare aria alla riapertura del mercato.
SERIE D. Pino Rigoli è il nuovo allenatore della Nocerina. Nella sua carriera un campionato vinto a Modica, una mezza impresa nelle fila del Cosenza Fc (traghettato dal quart’ultimo posto alla finale play off) e un’amara e breve esperienza a Castellammare di Stabia. Le sue prime parole da trainer dei molossi rilasciate al sito ufficiale: “Ho accettato la guida della squadra grazie alla schiettezza del presidente e alla sua voglia di vincere. Ho sempre ammirato Nocera, il San Francesco e la sua curva. Dobbiamo arrivare più in alto possibile. Il modulo? Prediligo il 4-3-3 o il 4-2-3-1, ma questi sono numeri che lasciano il tempo che trovano. Avremo un gioco offensivo, dovremo giocare, rischiare, essere offensivi, e dare più del cento per cento”.
Insieme al mister presentato anche il suo vice Vincenzo Milazzo: “Sono uno abituato a lavorare dietro le quinte, con umiltà. Posso solo promettere di lavorare con serenità per raggiungere il nostro obiettivo”.
Per quanto riguarda l’acquisto di giocatori, è Roberto Palumbo il rinforzo principale della Nocerina targata Rigoli. Il possente centravanti, tuttavia, non sarà disponibile che da gennaio, esattamente il 4 gennaio, quando al San Francesco arriverà il Sant’Antonio Abate di Nastri. Classica prima punta, il venticinquenne napoletano (un metro e ottantuno per settanta chili), arriva dall’Aversa Normanna, dove in un anno e mezzo ha collezionato 39 presenze segnando 17 gol. Trenta presenze e 12 marcature tra Melfi e Siracusa nella stagione precedente e record personale nel campionato di serie D 2005-06, quando a Lavello ha timbrato il cartellino 29 volte. Prima ancora ha vestito le maglie di Neapolis, Campobasso, Palermo, Padova e Taranto in tutte le categorie comprese tra la B e la D. Palumbo sembrava vicino al Cosenza. Ma in realtà tra le due parti c’è stato un timido contatto che non è stato portato avanti dal dg Mirabelli. A Nocera ritorna anche l’estroso esterno siciliano, Filippo Tiscione, trenta presenze e quattro gol nella Nocerina che fu di Paolucci ed Erra. Presentato anche il nuovo preparatore dei portieri, si tratta di Antonio Bruno, ex numero uno dei molossi nella straordinaria Nocerina edizione 1995-96, guidata da Luigi Del Neri. Il presidente rossonero De Marinis: “Abbiamo cercato di mantenere gli impegni, ci siamo mossi solo dopo aver chiarito le idee con il mister. Il 18 sapremo dalla Lega la decisione sui ripescaggi, e noi siamo una società assolutamente sana ed in regola con i conti. Possiamo ambire anche a quello. Stiamo anche valutando la figura di un direttore sportivo che possa lavorare sia per quest’anno che per il futuro, e che sia pronto qualunque categoria andremo a disputare”. In molti dicono Mirabelli. Ma il dg per ora smentisce. (c.c.)

Related posts