Tutte 728×90
Tutte 728×90

Spinelli a suo agio nel 4-3-1-2 e precisa: “Le assenze? Non sono un problema”

Spinelli a suo agio nel 4-3-1-2 e precisa: “Le assenze? Non sono un problema”

Il medianospende parole di elogio per i compagni: “E’ un gruppo straordinario. Ci mancheranno tre pedine importanti ma chi li rimpiazzerà saprà fare molto bene”. 

spinelli.jpgHoracio Spinelli si rispecchia nel modulo da adottare contro il Pescina, nell’ultima gara del 2008, dato che sembra ormai certo quel 4-3-1-2 che tanto stuzzica Toscano. Una partita tutt’altro che facile come sottolinea il centrocampista. “Loro giocano un buon calcio. In queste ultime giornate hanno un po’ rallentato (tre pareggi ed una sconfitta, ndr) ma affrontano il Cosenza. Ragion per cui sono convinto che daranno il massimo”. Secondo l’argentino sarà fondamentale il proprio ruolo. “Loro giocano col trequartista. Io, giostrando davanti la difesa avrò un giocatore che imposta ed al tempo stesso copre il mio stesso raggio d’azione”. Ciò significa che, con ogni probabilità, il Cosenza giocherà con un 4-3-1-2. Modulo che Toscano sta provando e che sembra soddisfare le aspettative del tecnico. “Sicuramente è un modulo che da buona copertura alla difesa”. E sul ruolo di Occhiuzzi non ci sono dubbi. “L’ho visto bene nel ruolo di trequartista”. In chiusura, a chi gli fa notare che domenica mancheranno tre pedine importanti, Spinelli risponde senza remore. “Poco importa. Questa rosa dà ampie garanzie. Chi scenderà in campo, ne sono convinto, darà il massimo per cercare di portare a casa un risultato positivo”. (c.c.)

Related posts