Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza-Igea Virtus: Le pagelle

Buona prova dei ragazzi di Petrucci. Su tutti Mirabelli e Doninelli.

viscardi_festeggiato.jpgNicolosi: Incolpevole sul gol subito, dà sicurezza alla difesa intervenendo bene sulle conclusioni da lontano dei siciliani. 6
Longobucco: Soffre nella prima frazione ma col passare dei minuti trova la posizione, coprendo bene la zona d’appartenenza. 6
Mirabelli: Uno dei migliori in campo. In difesa non va mai in affanno, chiudendo con mestiere le folate degli avversari. Nel primo tempo si propone spesso in avanti, riuscendo a confezionare una serie di deliziosi cross non sfruttati dagli avanti rossoblu. Gran prova per un ragazzo che ha grande personalità. 7
Zanfini: Sostituire Aquino non è un compito facile. Il numero 4 rossoblù entra tardi in gara perdendo qualche contrasto di troppo. Non a caso nella prima frazione di gioco l’Igea ha la meglio nella zona nevralgica del campo. Ha comunque buone qualità e avrà tempo per crescere. 5,5 Dal 68′ Mancuso: Petrucci lo butta nella mischia per allargare la manovra e sfruttare le sue incursioni. Il laterale destro corre e combatte e nel finale per poco non serve l’assist del possibile 2 a 1. 6
Ambrogio: Ci mette un po’ per trovare le contromisure al reparto offensivo avversario, perfetto mix fra potenza e agilità. Col passare dei minuti trova la tranquillità giusta ma ha ancora bisogno di crescere. 6 Dal 46′ De Simone: Tanta grinta e ordine. Gioca con calma dando la possibilità a Doninelli di spingersi più in avanti. 6
Marchio: Continua la crescita del talentino della difesa rossoblu. Petrucci lo richiama alla posizione ma il ragazzo gioca con calma proponendosi spesso e pericolosamente anche sui calci piazzati. 6
Martino: Partita dal doppio volto per il furetto rossoblu. Gioca tanti palloni e specie nella prima frazione spreca un po’ troppo. Esce bene nella ripresa e nonostante un pizzico di stanchezza Petrucci lo tiene in campo. Martino lo ripaga con un asisst nato da un numero spettacolare e con la solita grinta che lo porta ad essere uno degli ultimi a mollare. 6,5
Doninelli: L’assenza di Aquino, sempre pronto a coprire le sue incursioni, lo frena un po’. Il faro del centrocampo rossoblù cresce alla distanza, illuminando gli attacchi della sua squadra e siglando con freddezza un gol pesantissimo sotto gli occhi dei massimi vertici del Cosenza. 7
Viscardi: Sgomita contro una difesa fisicamente impressionante. Gioca di sponda e di testa riesce a prenderle tutte. Nella prima frazione manca l’aggancio e la rete a due passi dalla porta. Avrebbe meritato il gol per la grossa mole di lavoro svolta ma spesso non è servito a dovere. 6
Salandria: Svaria bene sul fronte offensivo cercando di servire palloni giocabili a Viscardi. Cerca la via della porta avversaria e per poco non trova il pareggio. Sembra un po’ appannato rispetto alle passate uscite ma è comunque sempre pericoloso. 6
De Rose: Soffre la forza fisica dei difensori avversari e non riesce a trovare le giocate giuste. Sembra un po’ fuori dal gioco ma avrà altre occasioni per far valer le sue doti 5,5 Dal 55′ Vasso: Petrucci ha bisogno di maggior peso in avanti e lo lancia a secondo tempo iniziato. Il ragazzo si batte con coraggio e forza dimostrando di essere utilissimo a questa squadra. 6
Petrucci: E’ costretto a rinunciare a due pedine fondamentali. Schiera un undici compatto che soffre un pò in mezzo al campo. Nella ripresa azzecca tutte le mosse inserendo De Simone a mettere ordine, e Vasso e Mancuso a dare potenza e velocità all’attacco. Ha anche il merito di tenere in campo un Martino un pò spento che ripaga la fiducia confezionando l’azione del pareggio di Doninelli. 7 (F.P)

 

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it