Tutte 728×90
Tutte 728×90

C5-Bf: Il cuore non basta, Cosenza sconfitto in casa dalla Mazarese

C5-Bf: Il cuore non basta, Cosenza sconfitto in casa dalla Mazarese

Buona prova per De Rango e compagni che giocano alla pari con gli avversari pagando qualche ingenuità e la carenza di ricambi in pachina.

cosenzac5.jpgBisognerà ancora attendere per vedere il Cosenza Calcio a 5 alzare le braccia ed esultare per una vittoria. Anche nel primo appuntamento del 2009, contro la Mazarese, la squadra del presidente Barbarossa ha lasciato il parquet con un pugno di mosche in mano, al termine, però, di una buona prestazione, figlia di una grinta e di una voglia di riscatto che non ha prodotto gli esiti sperati. La gara è iniziata male per i rossoblù, sfortunati in occasione di una conclusione di Metallo terminata a lato e pagata con il capovolgimento di fronte che ha regalato agli avversari la prima rete, firmata da Leonardo. Solo due minuti dopo la squadra di Cafieri raddoppia con Torcivia, abile a insaccare da due passi al termine di una azione viziata da un fallo dei suoi compagni.  Neanche il tempo di riorganizzarsi e gli uomini di De Rango, complice uno svarione del portiere, subiscono la terza rete, firmata nuovamente da Torcivia. E’ solo il sesto minuto e il Cosenza è già sotto di tre reti ma da li in poi è un monologo dei rossoblù che sfiorano la rete con Metallo frenato dal palo e Perri che vede la sua conclusione rinviata sulla linea. Al 15′ il Cosenza però accorcia con Metallo, lesto a concludere in rete da due passi una splendida azione orchestrata dai suoi compagni. Al rientro degli spogliatoi il Cosenza ha la consapevolezza di poter far bene ma al primo minuto arriva subito la doccia fredda con il tiro di Di Dio che trova impreparato l’estremo difensore rossoblù. La reazione dei ragazzi di De Rango nn tarda ad arrivare e dopo un paio di miracoli del portiere mazarese arriva la rete di Metallo su rigore, concesso per atterramento in area. Sul 4 a 2 per gli ospiti la partita è ancora aperta ma al Cosenza mancano i ricambi in panchina e la stanchezza inizia a farsi sentire. Al 10′ ancora Torcivia, completa la sua tripletta al culmine di una azione ben imbastita dai suoi compagni. Il
Cosenza prova a reagire ma non riesce ad andare in rete fino alla sirena, subendo una sconfitta che ad onor del vero assume proporzioni troppo grandi rispetto a quello che i rossoblù hanno fatto vedere. La prestazione di oggi fa ben sperare in previsione delle prossime due trasferte e del rientro di Alessandro Ferraro, costretto ad assistere dalla tribuna al match a causa della squalifica che lo terra fermo per un’altra giornata.  (Francesco Palermo)

Related posts