Tutte 728×90
Tutte 728×90

Toscano: “Questa vittoria è un segnale a chi ci dava in crisi”

Il tecnico è raggiante: “Qualcuno pensava che avessimo il panettone nelle gambe. Invece abbiamo dimostrato di avere benzina”. E sulle operazione di mercato: “Le abbiamo decise insieme al diggì”.

toscano_in_sala_stampa_al_san_vito.jpgAlla faccia di chi pensava che il Cosenza fosse in crisi. Mimmo Toscano se la ride e fa bene. Il Cosenza vince la sua prima gara del 2009 e lo fa in un momento alquanto delicato. Vuoi per le assenze, vuoi per le precarie condizioni di alcuni giocatori, i silani sono riusciti a spuntarla e lo hanno fatto anche grazie ai nuovi innesti. A fine gara il tecnico rossoblù, nell’analizzare la partita, fa i complimenti ai suoi ragazzi. “Non era facile vincere su uno dei campi più caldi della categoria. Volevamo dare un segnale a chi pensava che fossimo in crisi. Avevamo benzina nelle gambe e non il panettone. Questo a testimonianza di come la squadra abbia lavorato, e bene, durante la sosta. Per quanto riguarda la gara affrontavamo un Barletta che faceva della forza fisica l’arma migliore. Abbiamo avuto qualche problema inizialmente ma poi, specialmente nel secondo tempo, siamo riusciti ad imporre il nostro gioco. Credo che la vittoria sia meritata. Nel primo tempo poche occasioni da ambo le parti. Nella ripresa c’è stata solo una squadra”. Un grande contributo lo hanno dato anche i nuovi acquisti. Anche Toscano è dello stesso avviso. “Non è facile ambientarsi in un gruppo ormai ben consolidato. Farlo in appena dieci giorni lo è ancora di più. Eppure i nuovi sono riusciti a farlo ed hanno dimostrato di sapersi sacrificare”. Poi spazio ad una considerazione sulle operazione di mercato. Il tecnico ribadisce, semmai ce ne fosse stato bisogno, che gli interventi sono stati effettuati con il suo placet. “Quando si fanno determinate operazioni è perché c’è un allenatore che fa richieste ad un direttore sportivo. Quest’ultimo valuta quello che offre il mercato e agisce di conseguenza. Le decisioni si stabiliscono sempre insieme”. Quasi a sottolineare come lui sia la mente e Mirabelli il braccio. Infine una dedida. “Questa vittoria la dedichiamo al giovane della Berretti, De Rose, infortunatosi nell’amichevole di giovedì scorso”. (Carlo Bilami)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it