Tutte 728×90
Tutte 728×90

Galfano: “Per noi sarà dura”

Galfano: “Per noi sarà dura”

Lallenatore della Vibonese elogia il collega Mimmo Toscano e cerca di far fronte ad una situazione di emergenza.

angelo_galfano_della_vibonese.jpgDomenica sarà di scena al San vito la Vibonese di mister Galfano. Questo, per gli ospiti è un periodo piuttosto duro da affrontare considerato che nelle le prossime due trasferte incontreranno Cosenza e Catanzaro Il tutto è reso ancora più difficile se si pensa al fattoche la rosa a disposizione è ridotta al lumicino a causa di vari infortuni. “Sicuramente quella contro il Cosenza sarà una gara proibitiva, ma siamo convinti dei nostri mezzi e cercheremo di mettere in difficoltà gli uomini di Toscano”. Esordisce così l’allenatore ospite, che dopo la bella prestazione di domenica scorsa contro il Gela è convinto di poter esprimere lo stesso gioco anche in casa della capolista. “La dea bendata non è dalla nostra parte – continua Galfano – in questo momento dobbiamo sopperire a numerose assenze tra infortuni e cessioni”. Alla Vibonese infatti oltre alla partenza di Mastrolilli, domenica mancherà per problemi fisici l’altra punta Taua. La fase offensiva potrebbe essere affidata al duo Melis-Di Franco. Tandem d’attacco inedito in quanto si tratta di una coppia di trequartisti. Il trainer vibonese elogia con convizione i padroni di casa. “Faccio i complimenti al Cosenza che si trova meritatamente in testa alla classifica. Ha una rosa importante e gli ultimi acquisti hanno elevato ancora di più il tasso tecnico della squadra”. Un gruppo con ottimi giocatori non può prescindere da un’ eccellente staff tecnico. “Sono contento per i risultati raggiunti finora da Mimmo Toscano. É un collega giovane che al suo primo anno è riuscito a riportare il Cosenza in un campionato professionistico.” La Vibonese fuori casa ha totalizzato 11 punti frutto di due vittorie e cinque pareggie. Unica sconfitta lontana dal Luigi Razzaquella del 16 novembrein casas del Monopoli. Risultato finale 2-0 per i pugliesi. (Stefano Sicilia)

Related posts