Tutte 728×90
Tutte 728×90

Toscano ancora indeciso sul modulo e sugli uomini

Toscano ancora indeciso sul modulo e sugli uomini

Catania, Polani e Galantucci per due maglie da titolari. Molto dipenderà dal modulo di gioco. I tre acquisti Battisti, Ramora e Mortelliti in campo dal primo minuto. Out Parisi e Occhiuzzi.

mimmo.jpgNonostante abbia gli uomini contati, Mimmo Toscano in vista della gara di domani con la Vibonese ha ancora qualche dubbio da sciogliere. Il tecnico tra centrocampo e in attacco ancora non ha scelto modulo tattico e uomini. “Tra infortuni e febbre – afferma il tecnico – sono costretto a portare in panchina due ragazzi della Berretti (Salandria e Viscardi). Senza contare che come “difensore” in panchina avrò solo Fabio. Anche perché Parisi non vogliamo rischiarlo. In avanti invece ho ancora qualche dubbio”. Ad essere sicuri di una maglia da titolare sono Battisti, De Rose, Ramora e Mortelliti. Per gli atri due posti in lizza Catania, Galantucci e Polani. Tutto dipenderà dal modulo tattico che schiererà il tecnico silano. “Se Catania dovesse darmi garanzie fisiche allora Mortelliti giocherà dietro una punta. Altrimenti agirà sulla sinistra con al centro Galantucci e Polani”, Duqnue dubbi da sciogliere anche sul modulo. Il 4-2-31 o il 4-42 classico. Una cosa è certa, dopo tre pareggi consecutivi in casa, la voglia di vincere è davvero tanta. “Ho visto i ragazzi molto concentrati e molto più consapevoli di prima. Certo dobbiamo assolutamente tornare a sfruttare il San Vito, soprattutto per il nostro pubblico. In casa non dobbiamo più lasciare niente a nessuno”. Sulla Vibonese, Toscano pare avere l’idee chiare. “Sono un gruppo giovane che nonostante le tante partenze mi sembra ben attrezzato. Nella gara di domenica con il Gela meritava senz’altro di vincere. Poi proprio la giovane età di molti ha fatto si che commettessero alcune ingenuità. Se le ripeteranno dovremo essere bravi a sfruttarle”. Una Vibonese che si presenterà al SanVito praticamente senza attaccantio di ruolo. “Questo mi preoccupa – chiude il tecnico – perché verranno con la consapevolezza di non aver nulla da perdere e questa potrebbe essere la loro arma in più. Anche se ripeto per noi il successo è fondamentale, e faremo di tutto per ottenerlo”. (Da.Ma.)

Related posts